Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Appalto calore da 37 milioni: il Comune annulla l'assegnazione

Alla fine, l'esito sull'appalto calore da 37 milioni indetto dal Comune di Como e aggiudicato alle aziende Cpl Concordia (azienda finita anche al centro dell'inchiesta su presunte tangenti a Ischia) e Nelsa è stato quello che era nell'aria da...

Caso D'Alema e tangenti a Ischia: alla stessa coop l'appalto comunale da 36 milioni

Alla fine, l'esito sull'appalto calore da 37 milioni indetto dal Comune di Como e aggiudicato alle aziende Cpl Concordia (azienda finita anche al centro dell'inchiesta su presunte tangenti a Ischia) e Nelsa è stato quello che era nell'aria da settimane: l'aggiudicazione è stata azzerata. Lo ha ufficialmente comunicato il Comune di Como.

A seguito di vicende contrattuali, Nelsa srl, la società che aveva vinto la gara calore, ha perso uno dei requisiti previsti dal bando e pertanto il Comune annullerà l'aggiudicazione. La partecipazione alla gara prevedeva determinati requisiti e certificazioni; come previsto dalla normativa, Nelsa ha fatto ricorso all'avvalimento dell'attestazione Soa OG11 attraverso Siram; quest'ultima società ha però successivamente ceduto il ramo d'azienda facendo venir meno la possibilità del ricorso all'avvalimento. (Per avvalimento si intende la facoltà di un'impresa di soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti avvalendosi dei rquisiti provenienti da un'altra impresa, la quale si impegna a metterli a disposizione del richiedente per il tempo necessario, ndr).

Procedendo con l'annullamento dell'aggiudicazione, il Comune non si costituirà nel ricorso che è presentato al Tar da Acsm-Agam. Per quanto riguarda la gara, gli uffici hanno attivato, nel frattempo, le procedure per valutare l'aggiudicazione ad altro soggetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalto calore da 37 milioni: il Comune annulla l'assegnazione

QuiComo è in caricamento