Antenna di Brunate, continua la battaglia: raccolta firme per non farla costruire

Raccolta firme in via Milano contro il traliccio di Brunate. Questa mattina in via Milano, guidati da Roberta Marzorati e da Giovanni Bernasconi, alcune decine di persone si sono radunate per raccogliere le firme contro il traliccio per le antenne...

Raccolta firme in via Milano contro il traliccio di Brunate. Questa mattina in via Milano, guidati da Roberta Marzorati e da Giovanni Bernasconi, alcune decine di persone si sono radunate per raccogliere le firme contro il traliccio per le antenne radio a Brunate, situato in un area del paese che domina Como in cui vigerebbe un vincolo ambientale. Petizione, questa, che ha già visto la partecipazione di moltissimi residenti. “Chiediamo al presidente della Regione - dice la Marzorati - che annulli il permesso: quella è un’area dove non si può costruire, raccogliamo queste firme anche per convincere il sindaco Lucini a dichiarare l’annullamento di quel permesso”.

La questione è particolarmente spinosa. In pratica circa 2 anni fa il Comune aveva concesso il nulla osta alla costruzione dell’antenna (ribattezzata dai residenti "il Ciclope"), ma dopo la protesta dei cittadini il permesso venne annullato. Così la società proprietaria dell’emittente fece ricorso al Tar che ha poche settimane fa dato ragione al'emittente. Quindi l’annullamento emesso dal Comune è stato di conseguenza cancellato. I cittadini della zona sono dunque preoccupati perché temono che questo traliccio, un’antenna radio di circa 60 metri di altezza, possa emettere onde nocive per la salute dell’uomo e che danneggi il paesaggio. Roberta Marzorati, inoltre, ha invitato tutti i cittadini interessati a questo caso a partecipare al consiglio comunale di lunedì 28 gennaio per far sentire la propria voce agli amministratori e politici di Palazzo Cernezzi.

Si parla di

Video popolari

Antenna di Brunate, continua la battaglia: raccolta firme per non farla costruire

QuiComo è in caricamento