Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Antenna di Brunate, il Comune di Como presenta appello al Consiglio di Stato

La giunta comunale di Como ha deciso ieri, martedì mattina, di ricorrere in appello al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar che ha annullato l'atto amministrativo con il quale il Comune aveva annullato il permesso di costruire una maxi...

La giunta comunale di Como ha deciso ieri, martedì mattina, di ricorrere in appello al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar che ha annullato l'atto amministrativo con il quale il Comune aveva annullato il permesso di costruire una maxi antenna sulla montagna di Brunate rilasciato a un'emittente radio. Benché si tratti della montagna di Brunate l'antenna dovrebbe sorgere in via all Colme che si trova su suolo del Comune di Como, a pochi metri dal confine con il Comune di Brunate. Ecco perché la vicenda del cosiddetto "ciclope" di 60 metri, che spaventa i cittadini delle zone vicine, è di competenza del Comune di Como.

L'amministrazione comunale ricorre, quindi, al Consiglio di Stato e, come spiegato in una nota stampa di Palazzo Cernezzi, chiederà "un'istanza cautelare per evitare, nel frattempo, una ripresa dei lavori". L'annuncio del ricorso era stato anticipato la scorsa settimana dallo stesso sindaco di Como, Mario Lucini, ad un gruppo di residenti di Civiglio e Brunate, che si era presentato in consiglio comunale per chiedere di fermare l'installazione dell'antenna. "Si tratta di un procedimento che risale al 2009 - ha commentato Lucini - inizialmente autorizzato e poi sospeso. Il Tar ha sostenuto che il diniego che il Comune ha opposto fosse carente e proprio per far valere le proprie ragioni il Comune ricorrerà in appello. Sul merito e l'obiettivo finale siamo tutti convinti e d'accordo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antenna di Brunate, il Comune di Como presenta appello al Consiglio di Stato

QuiComo è in caricamento