rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Cronaca

L'offensiva animalista per boicottare i prodotti del Trentino arriva nel Comasco

Cartelloni al Tigros

Nella serata di ieri 22 aprile sono stati appesi striscioni di invito a non vendere prodotti del Trentino al colosso “Esselunga” di Saronno e al Tigros nel comasco.

Il presidente Fugatti ormai è “accerchiato” dalle critiche, che gli arrivano da ogni direzione, sia dagli animalisti, sia dall'opinione pubblica sempre più indignata.

"Ma il presidente della provincia Trentina ha fatto molto di più, lui è il primo responsabile dell'imminente crollo del turismo Trentino -spiega in una noya il gruppo animalista-  Noi di Centopercentoanimalisti abbiamo ancora dei forti dubbi sui fatti accaduti nella tragedia consumata tra i monti di una delle zone più belle d'Italia, tuttavia, il presidente Fugatti non ci ha pensato due volte ad additare la mamma Orsa come una belva feroce, che uccide gli uomini, questa è stata la sua mossa peggiore.

Crediamo che il Trentino subirà senza dubbio un calo nelle vendite dei suoi prodotti, ma la batosta finale arriverà dal turismo. Tante persone si sono indignate, ma con quest'ultime si vince facile, i cittadini equidistanti, che dell'Orsa e di boicottare il Trentino se ne fregano, non andranno in vacanza in quei luoghi incantevoli perché avranno paura!

Esselunga Lombardia

Strano che nessuno abbia riflettuto sulle dichiarazioni del presidente della provincia autonoma di Trento.Fugatti ha  parlato di orsi feroci e che ne vorrebbe abbattere altri settanta! Quindi, il primo messaggio che arriva ad ogni famiglia che del boicottaggio se ne infischia è: in Trentino ci sono una settantina di Orsi “pericolosi”, meglio cambiare località per le ferie.

Fugatti è evidente che di strategie non capisce molto, il suo additare gli orsi del Trentino come belve feroci lo riteniamo uno dei più grossi autogol della storia. In settimana la nostra lotta si farà più incisiva".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'offensiva animalista per boicottare i prodotti del Trentino arriva nel Comasco

QuiComo è in caricamento