Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Alloggi sfitti ma da pagare e morosità: via Anzani, per il Comune beffa da 34mila euro

Salasso di fine anno per il Comune di Como a causa delle morosità dei suoi inquilini. Accade nel condominio "Castelnuovo-Università" di via Anzani 37, dove l'amministrazione è proprietaria di 80 appartamenti. Un'ottima fonte di introiti, in teoria...

Salasso di fine anno per il Comune di Como a causa delle morosità dei suoi inquilini. Accade nel condominio "Castelnuovo-Università" di via Anzani 37, dove l'amministrazione è proprietaria di 80 appartamenti. Un'ottima fonte di introiti, in teoria, un sostanziale debito perenne nella realtà. In base al regolamento condominiale, infatti, il Comune proprietario è tenuto a rimborsare all'amministratore, oltre alle somme di spettanza per spese gestionali, anche quelle non corrisposte dai propri inquilini. Decisamente ingenti, però, queste ultime. Tanto è vero che Palazzo Cernezzi dovrà rifondere agli amministratori del condominio qualcosa come 20mila e 690 euro per le morosità di una ventina di inquilini. Ma non basta, perché sempre alle casse municipali fanno capo altre spese: ad esempio 8mila euro per spese generiche legate alla proprietà degli immobili e poi - altro tassello surreale - ben 5.679 euro per spese legate agli appartamenti sfitti. Una doppia beffa, quest'ultima: il Comune non incassa perché gli appartamenti sono vuoti e in più deve pagare le spese relative.

Insomma, a conti fatti, l'esborso complessivo è di 34mila euro per il 2015.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alloggi sfitti ma da pagare e morosità: via Anzani, per il Comune beffa da 34mila euro

QuiComo è in caricamento