Cronaca

Allarme truffe a Como: in azione finte incaricate Asl

Dicono di dover rilevare le polveri sottili nell'aria

Torna l'allarme truffe in provincia di Como. Questa volta in azione due giovani truffatrici che si spacciano per false incaricate dell'Ats che bussano alle porte con la scusa di dover effettuare rilevazioni sulle polveri sottili presenti nell'aria. I casi sono stati segnalati nel Comasco e nella zona del Gallaratese.

Come avviene la truffa


Le donne si presentano munite di tesserino dell'Asl, le vecchie Aziende sanitarie locali ormai trasformate in Ats (agenzie per la tutela della salute) e affermano di essere tecnici specializzati nel controllo della qualità dell'aria. 
La segnalazione arriva da Ats Insubria, che comprende le province di Como e Varese: "Sono state registrate alcune segnalazioni, nella zona del Gallaratese, - informa Ats in una nota- relative a due giovani donne che mostrano un tesserino Asl e cercano di entrare nelle case di persone anziane in qualità di tecnici che verificano problematiche relative alle polveri sottili. Si tratta di truffatrici: l’Asl, dal 1° gennaio 2016, si è trasformata in Ats Insubria e i tecnici dell’Agenzia non svolgono attività porta a porta». Ats chiede ai cittadini di segnalare eventuali casi anche alle autorità competenti.

Non è la prima volta che i truffatori si fingono addetti di aziende di servizio pubblico: a Rovellasca un'anziana era stata truffata da finti tecnici dell'acqua.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme truffe a Como: in azione finte incaricate Asl

QuiComo è in caricamento