Cronaca

Albate, terzo incidente sullo spartitraffico delle polemiche: cartello e paletto distrutti

Ancora un incidente sullo spartitraffico delle polemiche al centro della Canturina, nel cuore di Albate. Esattamente come già accaduto due volte lo scorso autunno (qui e qui gli articoli), presumibilmente un veicolo ha centrato in pieno il...

spartitraffico-albate-25feb16-1

Ancora un incidente sullo spartitraffico delle polemiche al centro della Canturina, nel cuore di Albate. Esattamente come già accaduto due volte lo scorso autunno (qui e qui gli articoli), presumibilmente un veicolo ha centrato in pieno il paletto con annesso segnale stradale collocato all'inizio dell'isola salvagente, in direzione Cantù. Dalle poche informazioni disponibili al momento, sembra che l'impatto - descritto come un botto udito nei dintorni - sia avvenuto attorno alle 21.30 di ieri sera. Del cartello stradale, delle parti plastiche gialle e catarifrangenti e del paletto in metallo è rimasto ben poco: i manufatti giacevano semidistrutti sull'asfalto. Stamattina presto la strada è comunque stata pulita, anche se per il momento lo spartitraffico rialzato è senza segnalazioni.

spartitraffico-albate-25feb16-2Non è dunque servita nemmeno l'apposizione "volante" sul paletto di un lampeggiante giallo di cantiere, peraltro funzionante a pile da cambiare con una certa frequenza. Non è chiara la dinamica dell'impatto di ieri, anche se questo episodio riporta a galla le dure critiche mosse da subito da alcuni residenti di Albate alla soluzione adottata al centro della carreggiata, ritenuta pericolosa soprattutto nelle ore notturne perché costringe le auto - con l'intento di rallentare - a percorrere una piccola chicane per evitare il cordolo rialzato in pietra dell'isola spartitraffico. Tante e vibrate furono le critiche al manufatto - compreso nelle opere legate all'intervento dei privati che hanno permesso la riqualificazione dell'area ex Frey - che in ottobre si svolse persino un'assemblea di quartiere con la presenza del sindaco Mario Lucini, dell'assessore Daniela Gerosa e del dirigente Pierantonio Lorini dove non mancarono i momenti di confronto anche accesi (qui il resoconto e l'intervento integrale del primo cittadino). L'amministrazione - che approvò l'opera proposta e poi realizzata dai privati - all'epoca difese l'intervento pur garantendo un miglioramento della segnaletica. Ritocco avvenuto con la collocazione di un lampeggiante che, però, non sembra essere bastato a scongiurare le collisioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albate, terzo incidente sullo spartitraffico delle polemiche: cartello e paletto distrutti

QuiComo è in caricamento