Como, donna aggredita e molestata nell’ingresso di un palazzo: arrestato 30enne

Il tentato stupro in un condominio in zona Caserme: vittima salvata dai vicini

Repertorio

Avrebbe aggredito una donna molestandola sessualmente nell'ingresso di un condominio in zona Caserme a Como: sospettato di queste violenze un 30enne di Zelbio, arrestato nella mattina di sabato 24 novembre 2018. 
Il tentato stupro, come riporta la Provincia, risale all'aprile scorso quando la donna, una 50enne, era andata a trovare la madre residente in un palazzo della zona delle caserme. Entrata nell'androne del condominio è stata aggredita alle spalle da un uomo mentre aspettava l'ascensore. L'aggressore l'ha gettata a terra molestandola, ma le urla di aiuto della donna hanno richiamato alcuni condomini che sono accorsi in suo aiuto mettendo in fuga l'uomo.
Il 30enne di Zelbio era stato fermato poco lontano dal luogo dell'aggressione dai carabinieri ma non era stato subito arrestato, nonostante i sospetti, perchè nell'immediato non era stato riconosciuto dalla vittima nè dai residenti che l'avevano salvata.
I sospetti dei carabinieri, però, si erano concentrati su di lui grazie anche al riconoscimento di un altro residente che aveva incrociato l'aggressore mentre rientrava in casa. La successiva inchiesta della Procura ha portato all'arresto del 30enne, finito ai domiciliari con l'accusa di violenza sessuale e lesioni aggravate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Deserto Malpensa: le surreali immagini di un viaggio da Como ad Addis Abeba

  • Valduce, la ragazza sul tetto dell'auto che cerca la mamma

Torna su
QuiComo è in caricamento