Aggressione in via Diaz, intervista a Giovanni Dato. E Mascetti (circoscrizione 7) propone le ronde di residenti

Il titolare del residence di via Diaz, aggredito sabato notte da quattro ragazzi, si chiama Giovanni Dato (detto "Nanni"). Lui è anche il capitano della Como Nuoto e ora a causa della frattura al naso riportata nella colluttazione, rischia di non...

Il titolare del residence di via Diaz, aggredito sabato notte da quattro ragazzi, si chiama Giovanni Dato (detto "Nanni"). Lui è anche il capitano della Como Nuoto e ora a causa della frattura al naso riportata nella colluttazione, rischia di non potere giocare la partita di sabato prossimo che si terrà a Genova contro l'Andrea Doria e che può valere alla squadra lariana la promozione in seri A. Giovanni Dato ha rilasciato un'intervista raccontando i momenti di paura e violenza che ha dovuto affrontare mentre insieme alla sua fidanzata si trovava nel portone del residence per consegnare un appartamento a un cliente. "Questa via dovrebbe essere ribattezzata via Stupidità", commenta arrabbiato il capitano della Como Nuoto. Intanto questo ennesimo episodio di botte e vandalismi suscita le reazioni esasperate dei residenti. Il presidente della circoscrizione 7 (città murata) Massimo Mascetti lancia la proposta di residenti-vigilantes: "Se non ci sarà una risposta chiara delle autorità ai residenti del centro storico non resterà che organizzarsi con delle ronde. Io sono sempre stato contrario a questo tipo di soluzioni, ma se veniamo lasciati da soli non abbiamo molte alternative".

Si parla di

Video popolari

Aggressione in via Diaz, intervista a Giovanni Dato. E Mascetti (circoscrizione 7) propone le ronde di residenti

QuiComo è in caricamento