Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Figino Serenza, agente immobiliare legata e violentata durante visita a un immobile

In manette un uomo di 53 anni

Una sordida storia di violenza sessuale, sequestro e minacce, quella che si è consumata l'8 maggio 2020 a Figino Serenza. La donna, di professione agente immobiliare, si era recata in un'abitazione privata dopo essere stata invitata dal proprietario per effettuare una valutazione dell'immobile. Non appena è entrata è iniziato l'incubo. L'uomo ha chiuso la porta a chiave e ha immobilizato la donna minacciandola con un coltello. Le ha legato mani e piedi con fascette di plastica da elettricista e l'ha obbligata a masturbarlo. Poi sempre minacciandola con un coltello l'ha costretta ad aprire le gambe per poterle fotografare le parti intime.

Nei giorni seguenti l'uomo ha tentato nuovamente di contattare la donna e l'ha nuovamente minacciata dicendole di non denunciarlo altrimenti avrebbe mostrato le foto a suo marito. La donna ha però avuto la forza di chiedere aiuto ai carabinieri ai quali ha raccontato tutto quello che era successo. I militari della compagnia di Cantù hanno subito avviato le indagini e in pochissimo tempo sono riusciti ad acquisire tutti gli elementi utili che avvaloravano il terribile racconto della donna e sono così potuti intervenire per arrestare l'uomo. Si tratta di un 53enne disoccupato residente a Figino Serenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Figino Serenza, agente immobiliare legata e violentata durante visita a un immobile

QuiComo è in caricamento