Cronaca

"Adescamenti e strani viavai di auto: che degrado la notte a Villa Olmo"

Ospitiamo la garbata lettera di un nostro affezionato lettore che esprime - con toni molto civili - un disagio vissuto in prima persona ieri sera a Villa Olmo. Dove, dopo le 22, non raramente si potrebbe assistere a piccoli mercanteggiamenti e a...

"Adescamenti e strani viavai di auto: che degrado la notte a Villa Olmo"

Ospitiamo la garbata lettera di un nostro affezionato lettore che esprime - con toni molto civili - un disagio vissuto in prima persona ieri sera a Villa Olmo. Dove, dopo le 22, non raramente si potrebbe assistere a piccoli mercanteggiamenti e a situazioni, almeno a giudizio del lettore, comunque poco piacevoli a maggior ragione in un contesto di pregio e di valenza turistica come, appunto, Villa Olmo, il suo parco e i dintorni. Inutile sottolineare che con l'autore della lettera, contattato, si è concordata la riservatezza sui dati anagrafici.

redazione@comozero.it

Buonasera, vi scrivo perché, mio malgrado, ho appena assistito a quello che ritengo con buona sicurezza un adescamento all'ingresso del parco di Villa Olmo, sulle panchine rotonde che sono attorno all'albero poco dopo l'entrata. Nel caso specifico, i protagonisti erano un extracomuniario e un uomo chiaramente e malamente travestito da donna. Insieme, dopo qualche parola si sono diretti verso il retro del parco.

Ma il problema, naturalmente, non è tanto o non solo chi c'era ma quello che avviene piuttosto regolarmente nella zona. La trovo una cosa inaccettabile, anche senza voler additare nessuno perché non mi ritengo un bacchettone. La situazione in generale, intorno a Villa Olmo di sera, è a mio parere inaccettabile e scandalosa.

Come al solito, infatti, allontanandomi dalla villa per tornare verso casa, in via Da Vinci ho notato almeno un paio di vetture con a bordo uomini soli di almeno mezza età che continuavano a fare avanti e indietro tra via Cantoni, via Museo Giovio e il posteggio pubblico di via Bellinzona, evidentemente in cerca di qualcuno o qualcosa a cui assistere. Questo succede tutto l'anno, speravo che d'estate con più gente in giro a passeggio questo "traffico" finisse.

Per la cronaca, questa sera (ieri, ndr) ho chiamato i vigili segnalando la cosa oltre al fatto che l'auto del trans era posteggiata nel posto disabili all'ingresso del parco, ma mi hanno detto di chiamare il 112. Non l'ho fatto perché mi ero ormai allontanato ed eravamo vicini all'orario di chiusura del parco, non penso sarebbe arrivato nessuno in tempo.

Ripeto: io non sono un bacchettone moralista, ma trovo degradante questa situazione in un luogo così pregiato della città e in mezzo a turisti, famiglie e gente ignara. Pensi che la contrattazione di cui ho parlato è avvenuta a pochi centimetri da una coppia proveniente suppongo dal nord Europa, evidentemente ignari della situazione. Spero non si siano accorti di nulla, da comasco me ne vergognerei moltissimo.

Ultimamente è montata la polemica sui camper di turisti posteggiati nelle stesse zone, mi sembra incredibile che si taccia sul resto, noto da sempre a tutti.

Un affezionato lettore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Adescamenti e strani viavai di auto: che degrado la notte a Villa Olmo"

QuiComo è in caricamento