Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Addio Asl, c'è la Ats Insubria: strapotere Varese nelle nomine, nessun comasco al vertice

Nessun comasco al vertice della nuova Agenzia di Tutela della Salute (Ats) dell'Insubria, nata sulle ceneri delle vecchie Asl e che ora riunisce i territori di Como e Varese (fatta eccezione per il Medio-Alta-Lario che è stato unito alla Ats di...

Nessun comasco al vertice della nuova Agenzia di Tutela della Salute (Ats) dell'Insubria, nata sulle ceneri delle vecchie Asl e che ora riunisce i territori di Como e Varese (fatta eccezione per il Medio-Alta-Lario che è stato unito alla Ats di Sondrio). Mentre è era già noto il nome del direttore generale della Ats insubrica scelto dal varesino presidente della Regione Roberto Maroni - si tratta della dottoressa Paola Lattuada, di Gallarate e già alla guida dell'Asl di Varese - proprio a lei si devono le nuove nomine per comporre la cosiddetta Direzione strategia del nuovo organismo. E, pur tenendo conto che naturalmente Como manterrà la propria sede territoriale, nessun comasco fa parte del nuovo organismo direttivo. Sono infatti stati nominati alla Direzione sanitaria la dottoressa Anna Maria Maestroni (nata a Milano, già Asl di Lecco e Milano), alla Direzione sociosanitaria è stato confermato il dottor Lucas Maria Gutierrez (ruolo ricoperto finora a Varese) e alla Direzione amministrativa è stato riconfermato il dottor Luca Manganaro (anch'egli Varese).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio Asl, c'è la Ats Insubria: strapotere Varese nelle nomine, nessun comasco al vertice

QuiComo è in caricamento