Cronaca

Acsm Agam, riesplode la protesta dei dipendenti: "Risposte da azienda e Comune o diffida"

Nonostante le invasioni dell'aula consiliare e le manifestazioni di piazza, la situazione non si sblocca. E le rappresentanze sindacali dei 34 lavoratori di Acsm Agam destinati a passare a 2i Rete Gas, società vincitrice della gara per il gas...

Nonostante le invasioni dell'aula consiliare e le manifestazioni di piazza, la situazione non si sblocca. E le rappresentanze sindacali dei 34 lavoratori di Acsm Agam destinati a passare a 2i Rete Gas, società vincitrice della gara per il gas bandita dal Comune di Como nel 2011, tornano alla carica sia nei confronti dei vertici aziendali, sia verso il Comune. Quando manca ormai un mese esatto al trasferimento da un'azienda all'altra, che per i dipendenti in questione potrebbe comportare esborsi notevoli per il passaggio degli aspetti previdenziali dall'Inpdap all'Inps, oltre alla perdita di alcune tutele finora garantite dall'articolo 18 e non più contemplate dal Jobs Act, arriva dunque anche l'ultimatum: senza risposte precise ai temi sul tavolo, la palla potrebbe passare alle carte bollate. Di seguito, il comunicato integrale diffuso da Rsu Acsm-Agam Como e Rsu Aarga Como.

acsm-1mar16-8«La vicenda dei lavoratori gas del gruppo Acsm-Agam di Como rischia di risolversi nel peggiore dei modi! Nonostante la grande mobilitazione delle scorse settimane (con un presidio in Consiglio Comunale, un corteo tra le vie della città di Como e i numerosi incontri col sindaco Lucini), ad oggi nessuno sa dare assicurazioni ai 34 lavoratori che dal 1° maggio passeranno alla società "2i Rete Gas", vincitrice della gara gas bandita dal Comune di Como nel 2011. Anzi, a tutt'oggi non si conosce nemmeno l'elenco dei 34 lavoratori interessati dal passaggio, e questo per una assurda rigidità da parte della dirigenza di Acsm-Agam, che in questa fase delicata sta mettendo in seria difficoltà i dipendenti che per anni hanno responsabilmente operato in azienda. Rischiano quindi di restare senza risposta le rivendicazioni sindacali sulle condizioni di passaggio dei lavoratori. acsm-1mar16-6Infatti finora nessuno ha individuato una soluzione ai problemi, più volte evidenziati, relativi alle modalità con cui avverrà il cambio societario, ovvero l'applicazione del "Jobs-Act" (che ha cancellato l'art. 18) e la ricongiunzione onerosa della previdenza (Inpdap / Inps) che per i lavoratori più anziani rischia di costare cifre superiori ai 100 mila euro! Se nelle prossime ore non intervenissero assicurazioni dalle parti coinvolte, le Organizzazioni Sindacali predisporranno una diffida al Comune e alla società "2i Rete Gas", affinché ai lavoratori vengano conservati i diritti e le tutele maturate. E' assurdo che a pagare le conseguenze negative della gara gas siano proprio i lavoratori! Per questo le 00.SS. e le RSU rivolgono un ultimo appello a tutte le parti in causa (Comune e aziende) per risolvere le questioni più volte messe in evidenza, allo scopo di non togliere diritti e patrimonio ai lavoratori!

I diritti e gli interessi dei lavoratori non si toccano!

Rsu Acsm-Agam Como / Rsu Aarga Como

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acsm Agam, riesplode la protesta dei dipendenti: "Risposte da azienda e Comune o diffida"

QuiComo è in caricamento