Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Acsm Agam, tutti i nomi del cda. Ricorso al Tar sull'appalto calore da 37 milioni

Acsm Agam ha il nuovo consiglio di amministrazione, nominato dall’assemblea degli azionisti riunita oggi. Sono dunque stati nominati i primi otto candidati della lista n. 2 e i primi due candidati della lista 1. Per la lista numero 2, presentata...

Mariuccio Orsenigo sarà il presidente di Acsm Agam

Acsm Agam ha il nuovo consiglio di amministrazione, nominato dall'assemblea degli azionisti riunita oggi. Sono dunque stati nominati i primi otto candidati della lista n. 2 e i primi due candidati della lista 1. Per la lista numero 2, presentata congiuntamente dal Comune di Como, dal Comune di Monza e da A2A S.p.A.: Giovanni Orsenigo (presidente designato), Annamaria Di Ruscio, Floriana Beretta, Franco Carmine Manna, Antonio Moglia, Giuseppe Ferri, Luca Angelo Allievi, Michele Enrico De Censi. Per la lista numero 1, presentata congiuntamente da Edison SpA e Fondazione Cariplo: Pier Giuseppe Biandrino e Umberto D'Alessandro (vicepresidente uscente). Il nuovo consiglio di amministrazione rimarrà in carica sino all'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2017.

L'Assemblea ha anche approvato il bilancio di Acsm-Agam spa per l'esercizio chiuso al 31 dicembre 2014 e, contestualmente, ha esaminato il bilancio consolidato del Gruppo. Il bilancio consolidato 2014 del Gruppo Acsm Agam evidenzia i seguenti principali risultati: ricavi pari a 220,0 mln di Euro; margine operativo lordo pari a 36,8 milioni di euro; margine operativo netto pari a 15,4 milioni di euro; risultato prima delle imposte pari a 14,1 milioni di euro; risultato di pertinenza del Gruppo 5,5 milioni; indebitamento finanziario netto pari a 137,5 milioni. I principali risultati 2014 di Acsm-Agam S.p.A. indicano ricavi pari a 45,8 milioni, margine operativo lordo pari a 5,9 milioni; risultato netto pari a 6,6 milioni; indebitamento finanziario netto pari a 100 milioni.

Inoltre, l'assemblea dei soci ha approvato la proposta del Consiglio di Amministrazione formulata il 9 marzo scorso e ha deliberato la distribuzione di un dividendo unitario lordo pari a Euro 0,035 per azione (complessivamente oltre 2 milioni e 681mila euro). Il dividendo verrà messo in pagamento il 27 maggio 2015 (data stacco cedola, numero 15, il 25 maggio 2015 e record date 26 maggio 2015), secondo il calendario di Borsa.

A margine di nomine e numeri diffusi ufficialmente oggi, va anche ricordato che Acsm Agam il 28 aprile scorso ha presentato ricorso al Tar per l'assegnazione all'associazione di imprese tra Cpl Concordia (la coop sotto inchiesta per le presunte tangenti di Ischia, ndr) e Nelsa dell'appalto calore da circa 37 milioni di euro indetto dal Comune di Como, contestando in particolare il cosiddetto avvalimento dei vincitori su alcune prestazioni della società Siram per garantire la totalità dei servizi. Società che però, avendo ceduto da qualche mese un ramo d'azienda, secondo Acsm Agam avrebbe più avuto i requisiti necessari a garantire la regolarità dell'avvalimento stesso. Ora, comunque, la parola passa alla giusitizia amministrativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acsm Agam, tutti i nomi del cda. Ricorso al Tar sull'appalto calore da 37 milioni

QuiComo è in caricamento