menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
dav-227

dav-227

Acsm Agam, la protesta dei lavoratori non si ferma: arriva la marcia su Palazzo Cernezzi

Si alza ancora la tensione nel confronto tra i lavoratori di Acsm Agam che dovranno trasferirsi nell'azienda che ha vinto la gara del gas (2i Rete Gas) e il Comune di Como, a cui da sindacati e dipendenti è stato chiesto un ruolo più incisivo...

Si alza ancora la tensione nel confronto tra i lavoratori di Acsm Agam che dovranno trasferirsi nell'azienda che ha vinto la gara del gas (2i Rete Gas) e il Comune di Como, a cui da sindacati e dipendenti è stato chiesto un ruolo più incisivo nelle trattatative tra le aziende. Se una quindicina di giorna fa la cosiddetta "onda arancione" - per il colore delle pettorine fluo indossate - aveva invaso l'aula consiliare di Palazzo Cernezzi durante la seduta del lunedì venendo poi ricevuta dal sindaco, questa volta i lavoratori hanno deciso per una manifestazione a cielo aperto, con tanto di "marcia sul Comune". Il prossimo martedì primo marzo, dunque, dalle 15 alle 16.30 i dipendenti si troveranno a Porta Torre per un'assemblea sindacale che si concluderà con un simbolico corteo fino al Municipio.

Sono sempre due i temi principali al centro di timori e proteste dei 34 lavoratori che dovranno passare da Acsm Agam a 2i Rete Gas: il passaggio per gli aspetti previdenziali dall'Inpdap all'Inps, fatto che potrebbe comportare ai dipendenti una ricongiunzione onerosa delle prestazioni previdenziali "anche per migliaia di euro"; e poi, come già accennato, l'assunzione nella nuova azienda "con le norme previste dal cosiddetto Job Act per i nuovi assunti, perdendo alcune tutele e in particolare quelle dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione da domenica 24 gennaio

social

Lago di Como, Casa Brenna Tosatto: l'arte della bellezza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento