Cronaca

A Como per shopping con 100mila euro: fermata in dogana

Una donna tedesca di 80 anni  è stata trovata in possesso di denaro contante per un totale di 96.500 euro che aveva nascosto sotto i vestiti in banconote da 500 euro. La donna è stata fermata per un controllo dalla guardia di finanza di Ponte...

soldi-tedesca-dogana-2

Una donna tedesca di 80 anni è stata trovata in possesso di denaro contante per un totale di 96.500 euro che aveva nascosto sotto i vestiti in banconote da 500 euro. La donna è stata fermata per un controllo dalla guardia di finanza di Ponte Chiasso e dai funzionari della dogana mentre si trovava a bordo di un treno TiLo diretto in Italia. Il controllo è avvenuto al valico. La pensionata, che era in compagnia di un uomo italiano di 70 anni residente in Italia, all'inizio ha esibito ai finanzieri il portafogli vuoto dichiarando di non trasportare né soldi né merce. Tuttavia gli uomini delle Fiamme Gialle hanno notato un certo nervosismo da parte dell'anziana donna la quale, tra l'altro, si è contraddetta più volte. Tanto è vero che la donna aveva dichiarato di essere diretta in Italia per una visita turistica e di shopping. Alla fine ha ammesso di stare nascondendo due mazzette di banconote da 500 euro sotto i vestiti, incastrate tra i pantaloni e la biancheria intima indossati. Vistasi scoperta, ha quindi tirato fuori le due mazzette, avvolte ancora nell'originale fascetta di una nota banca svizzera, per un ammontare complessivo di 96.500 euro, dichiarando che le sarebbero serviti per acquistare oggetti d'arte in Italia.

Degli 86.500 euro trasportati illecitamente (quelli cioè oltre la soglia consentita di 9.999,99 euro) ne è stato sequestrato immediatamente il 50%, per un importo di 43.250 euro, in attesa che il Ministero dell'Economia e delle Finanze definisca la sanzione da applicare al trasgressore, oggi variabile dal 30 al 50% della somma portata al seguito illegalmente. E' ora al vaglio dei militari delle fiamme gialle la posizione dell'uomo che viaggiava in compagnia della donna. Si tratta di un docente universitario residente in Italia. bisognerà capire quali siano i reali rapporti tra i due e se il denaro o parte di esso fosse in realtà di quest'ultimo e l'arzilla pensionata sia stata utilizzata come l'ennesimo "stratagemma" per violare la normativa.

Dal gennaio 2013 presso i valichi di confine della provincia di Como le fiamme gialle hanno compiuto 285 interventi in materia valutaria, intercettando denaro contante per oltre 8 milioni di euro. Attraverso l'istituto dell'oblazione sono state ad oggi direttamente riscosse al valico sanzioni per circa 160.000 euro, nonché sequestrati denaro e titoli al portatore per oltre 1,2 milioni di euro.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Como per shopping con 100mila euro: fermata in dogana

QuiComo è in caricamento