A Cantù 2 giugno dedicato allo sport contro la guerra

In occasione delle celebrazioni del 2 giugno, Cantù dedica l’intera giornata alle associazioni sportive del territorio, organizzando una serie di manifestazioni in tutto il centro storico che dureranno fino alle 19 di stasera. Stamani, momento...

In occasione delle celebrazioni del 2 giugno, Cantù dedica l’intera giornata alle associazioni sportive del territorio, organizzando una serie di manifestazioni in tutto il centro storico che dureranno fino alle 19 di stasera. Stamani, momento istituzionale in piazza Garibaldi con il consueto discorso tenuto dal sindaco Claudio Bizzozero. Quest’anno, il sindaco di Cantù ha deciso di raccogliere l’invito delle organizzazioni pacifiste e della “Rete italiana per il disarmo”: “Ci preoccupa il suo essere simbolo delle consistenti spese militari che il nostro Paese sostiene, compreso il progetto di acquisto dei cacciabombardieri F-35 a capacità nucleare”. Bizzozero, infatti, citando gli articoli della Costituizione, spiega: “La Repubblica è fondata innanzitutto sul lavoro, la Pace e il ripudio della guerra”. Lo sport, infatti, secondo il sindaco Bizzozero è “Portatore di pace sin dai tempi dell’antica Grecia, l’esatto contrario di quello che fa il Parlamento, acquistando i cacciabombardieri”. Subito dopo il discorso del sindaco, tutti i club sportivi della città hanno iniziato le loro attività: ginnastica ritmica, moto club, karate, danza, basket, pallavolo, pattinaggio, parete di arrampicata e perfino attività subacquee, grazie ad una vasca per immersioni installata proprio in piazza Garibaldi. Fallito, a causa del forte vento, il tentativo di issare il tricolore sul campanile di piazza Garibaldi: gli sportivi del CAI (Club alpino italiano), avrebbero dovuto issare il lungo tricolore grazie ad un sistema di contrappeso umano, ma a causa delle condizioni climatiche il tentativo degli scalatori è andato a vuoto.

Si parla di

Video popolari

A Cantù 2 giugno dedicato allo sport contro la guerra

QuiComo è in caricamento