menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Libeskind, un telo "magico" ha illuminato il tondello. "E ora arriva l'elicottero"

Libeskind, un telo "magico" ha illuminato il tondello. "E ora arriva l'elicottero"

"Abbondino a Brunati". Lo candida il coordinatore di Italia Unica

E così il coordinatore e referente principe, rispettivamente, degli Amici di Como e del Consorzio Como Turistica, Daniele Brunati, è candidato all'Abbondino d'Oro, la massima onorificenza civile di Como (tutti gli altri nomi in fondo all'articolo)...

E così il coordinatore e referente principe, rispettivamente, degli Amici di Como e del Consorzio Como Turistica, Daniele Brunati, è candidato all'Abbondino d'Oro, la massima onorificenza civile di Como (tutti gli altri nomi in fondo all'articolo). Ma chi ha proposto il nome dell'uomo che forse come nessun altro, soprattutto per il ruolo e le iniziative promosse, ha diviso l'opinione pubblica della città negli ultimi tempi? Qui viene la seconda sorpresa. Perché a chiedere il riconoscimento per Brunati è stato l'imprenditore - e suo amico personale, questo va detto - Daniele Roncoroni.

danieleroncoroni Daniele Roncoroni

Che non è proprio un nome qualsiasi in assoluto - già notissimo in città - ma è, da qualche mese l'uomo di punta di Italia Unica, il partito fondato da Corrado Passera, a Como. Anzi, dal 30 giugno scorso ne è formalmente il coordinatore provinciale. Suggestivo, questo passaggio. Che, a dispetto delle ripetute smentite di Daniele Brunati circa un impegno diretto in politica, ovviamente alimenta fantasie politiche non da ridere, con le elezioni comunali (quasi) dietro l'angolo. Inutile chiedere conferme o smentite di una qualche ponte anche politico-elettorale, oltre all'amicizia personale che lega da tempo Brunati e Roncoroni e che è certamente all'origine della candidatura in questione: quando richiesto di una risposta, tra il serio e il faceto, il coordinatore degli Amici di Como ha scacciato l'ipotesi in maniera categorica.

Fermandoci qui (per ora), dunque, non resta allora che leggere le motivazioni formali con cui il coordinatore provinciale di Italia Unica ha candidato Brunati all'Abbondino: "Per i doni alla città di Como, come la Città dei Balocchi, il lungolago e il monumento alla luce". Insomma a dispetto delle feroci polemiche degli ultimi mesi tra "Life Electric", casette sul lungolago e illuminazioni natalizie, Roncoroni propone di valutare i benefici portati dalle iniziative degli Amici di Como (la riapertura di metà lungolago, la riqualificazione della diga con la posa dell'opera di Libeskind, il successo ultradecennale dei grandi eventi natalizi). Basterà questa "metà della luna" per incoronare Brunati benemerito?

Di seguito, tutte le candidature in lizza per gli Abbondini d'Oro.

Don Angioletto Cattaneo ("per il prezioso lavoro volto al bene comune"), Figlie Della Carità-Casa Vincenziana ("per l'assistenza prestata ai poveri"), Associazione Per Como Pulita ("per l'amore dimostrato nei confronti della città"), Unione degli Studenti ("per le azioni contro i test Invalsi e contro le sentinelle in piedi"), cavalier Giacomo Guarisco ("per la carriera militare e l'opera di volontariato prestata in numerose associazioni"), Associazione A.Ma.Re ("per il supporto prestato ai malati") Lorenzo Marazzi ("per la sua storia e per gli studi compiuti"), Carlo Sangiorgio ("per l'impegno sportivo nel Calcio Sagnino"), Mario Rumi (alla memoria; "per 26 anni si è adoperato nel diffondere messaggi di pace, solidarietà e soccorso"), Abele Dell'Orto ("docente al servizio di generazioni di giovani, cui ha trasmesso passione e amore per la cultura e l'impegno sociale"), Centro Locale di Como di Intercultura ("per i cinquant'anni di attività che con dedizione, competenza e continuità prestano a Como"), Consiglio di Amministrazione della Cà D'industria ("per il lavoro svolto gratuitamente per il bene della città e degli anziani"), Suor Maria Bianchetti ("suora guanelliana che presta la propria opera in Brasile in una mensa per i poveri"), Barbara Minghetti ("per aver dato lustro alla cultura comasca a livello internazionale"), Dario Alemanno ("per aver interpretato i nuovi fenomeni della comunicazione digitale, l'evoluzione del web e l'avvento dei social media"), Famiglia Manoukian ("per i meriti acquisiti nel mondo del lavoro"), Nicola Cioce ("per la lunga attività in campo sociale, culturale e nel mondo del volontariato"), Daniele Brunati ("per i doni alla città di Como, come la Città dei Balocchi, il lungolago e il monumento alla luce"). La commissione inizierà i propri lavori a settembre.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Le 'gonne ruffiane' made in Como conquistano New York

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento