A 10 anni dal tragico sparo, volantini anonimi ricordano Rumesh: "Vittima della repressione"

Il 29 marzo 2006 Como venne scossa da uno dei fatti più gravi almeno della storia recente: il ferimento alla testa del 19enne Rumesh Raigama causato da un colpo di pistola esploso dall'arma di un vigile urbano, componente del (poi disciolto)...

dav-289

Il 29 marzo 2006 Como venne scossa da uno dei fatti più gravi almeno della storia recente: il ferimento alla testa del 19enne Rumesh Raigama causato da un colpo di pistola esploso dall'arma di un vigile urbano, componente del (poi disciolto) Nucleo sicurezza antiwriter. Quella tragica giornata, iniziata con un inseguimento in auto e finita nel sangue all'altezza del ponte di San Martino, innescò un lungo periodo di dolore, manifestazioni, iniziative con enorme partecipazione fisica ed emotiva della città. Un anno dopo i fatti - mentre l'agente patteggiò una condanna a 2 mesi per lesioni colpose - al giovane di origine cingalese sfuggito quasi miracolosamente alla morte e risarcito con un milione e 600mila euro venne comunque diagnosticata un'invalidità permanente al 95% a dispetto delle lunghissime cure riabilitative. E, dopo qualche tentativo anche da parte della famiglia di Rumesh di avviare un'attività per rimanere a vivere in città, il giovane e i familiari lasciarono il Lario.

Nonostante sia passato molto tempo da quel 29 marzo 2006 e dalle vicende successive, dieci anni dopo i fatti in città sono comparsi anonimi volantini per ricordare quei tragici accadimenti. In particolare, in via Regina, poco prima di Sant'Abbondio, ne è presente uno ben visibile (sebbene senza riferimenti agli autori). Su sfondo nero e con grandi caratteri rossi e bianchi, si legge un messaggio che particolarmente nella chiusura lascia trasparire anche una messaggio di natura politica: "Dieci anni ma Como non dimentica Rumesh, vittima della repressione". Non è noto se ed eventualmente in che forma siano previste forme pubbliche di ricordo del 29 marzo 2006.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo dpcm firmato: il calendario delle regole dal 18 gennaio al 5 marzo

  • Nuove restrizioni dal 16 gennaio al 5 marzo, ora si decide se la Lombardia parte arancione o rossa

  • Como, Alberto apre il suo bar in centro: arriva il controllo della polizia locale

  • Con la Lombardia in zona rossa addio scuola in presenza

  • Lombardia e Como in zona rossa dal 17 al 31 gennaio: cosa si può fare e cosa no

  • Chiara Ferragni, nuovo post nostalgico sul lago di Como: "Spero di comprare lì una casa vacanze"

Torna su
QuiComo è in caricamento