Via Leoni, spacca il finestrino di un'auto e tenta il furto: condannato ed espulso

L'uomo, un tunisino di 40 anni, dovrà lasciare lo Stato entro 7 giorni

Polizia di Stato 8immagine di repertorio)

Alle ore 22,15 di ieri, 12 novembre, una volante della Questura di Como si trovava in via Leone Leoni, in quanto era arrivata una chiamata per una richiesta di intervento urgente perchè qualcuno stava tentando di rubare qualcosa da una macchina parcheggiata.

Una volta giunti sul posto gli agenti hanno subito notato il vetro posteriore destro dell'auto rotto e all'interno dell'abitacolo un uomo intento a rovistare. L'uomo è stato subito bloccato e accompagnato in Questura dove è stato identificato. Si tratta di R.H., classe 1980, tunisino segnalato per immigrazione clandestina, furti e irregolare in Italia. Aveva numerosissimi alias con cui si faceva chiamare per non essere identificato. Il 40enne è stato processato per direttissima e condannato a 3 mesi di reclusione. Sussistendo i presupposti di legge e per l'attuale emergenza sanitaria, R.H. è stato espulso con ordine di abbandonare entro 7 giorni lo Stato.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

Torna su
QuiComo è in caricamento