rotate-mobile
Utenze

Come risparmiare sul riscaldamento: al caldo in casa senza spendere una fortuna

L'aumento dei costi dell'energia e la scarsa disponibilità di gas di questo periodo storico possono far sembrare impossibile risparmiare sul riscaldamento in casa, ma sfruttando alcuni consigli si possono ridurre i consumi

C'è poco da fare, quando le temperature si abbassano e magari fuori piove, non c'è niente di meglio che rimanere in casa e godersi il meritato calduccio. Il riscaldamento è molto apprezzato tra le quattro mura in autunno e in inverno, peccato che questa necessità debba fare i conti con l'attuale situazione geopolitica. La guerra tra Ucraina e Russia ha fatto letteralmente schizzare il prezzo dell'energia, per non parlare della scarsa disponibilità di gas. La domanda dunque è inevitabile: come sopportare il freddo e risparmiare? Non è affatto una missione impossibile, con alcuni comportamenti "virtuosi" sarà possibile aprire la busta delle bollette senza sudare le proverbiali sette camicie.

Come utilizzare al meglio i termosifoni

termosifoni vanno sicuramente tenuti sotto controllo. Sono presenti in ogni abitazione, ma spesso ci si dimentica troppo facilmente che una buona manutenzione può fare la differenza. I consigli da adottare in questo caso sembrano semplici, ma non lo sono affatto. Per risparmiare bisogna:

  • Pulire con cadenza periodica i vari elementi che compongono il termosifone
  • Spurgare l'aria dei radiatori utilizzando la valvola in dotazione a questi apparecchi
  • Evitare i cosiddetti "copri-termosifoni" che possono sembrare utili, ma che in realtà impediscono la libera circolazione dell'aria facendo aumentare i consumi
  • Controllare la percentuale di umidità che è presente nelle varie stanze, sfruttando magari i deumidificatori

Deumidificatori, i modelli ideali per bagni di piccole o grandi dimensioni 

Spifferi da tenere sotto controllo

I termosifoni sono importanti, ma questo non vuol dire che bisogna trascurare altri aspetti della casa. Ad esempio, gli spifferi possono essere in agguato, in particolare nelle abitazioni che hanno qualche anno in più. Individuare queste correnti d'aria è fondamentale se si vuole risparmiare, visto che il riscaldamento può essere in parte o del tutto annullato dall'aria più fredda presente nell'appartamento. Lo stesso discorso vale per i vetri e le finestre. Le protezioni e le guarnizioni sono utilissime per mantenere il giusto calore in casa, con il vantaggio che poi l'isolamento termico sarà efficace anche nel periodo estivo, garantendo un piacevole fresco.

I paraspifferi per bloccare il freddo e non farlo entrare in casa 

Sfruttare i raggi del sole

La parola d'ordine quando si vogliono sfruttare in modo efficace gli impianti di riscaldamento dell'abitazione risparmiando è una sola: ottimizzare. Un altro consiglio prezioso, quindi, è quello di approfittare del calore "gentilmente" messo a disposizione dal sole. L'apertura delle tapparelle oppure delle tende consente di ricevere in pieno i raggi solari e di riscaldare meglio la casa. Al tramonto, poi, le stesse tende possono essere usate come alternativa agli isolanti, trattenendo altro calore e agevolando il compito dei termosifoni.

Il nuovo piano di consumi

Vale la pena ricordare che nel nostro paese è stato appena predisposto un piano che ha preso spunto dalla situazione attuale di gas ed energia, chiedendo ai cittadini di contenere i consumi e di gestire in modo appropriato i loro appartamenti. Il piano in questione si basa su diversi punti cardine da tenere bene a mente:

  • 15 giorni in meno per quel che riguarda i termini di esercizio degli impianti di riscaldamento con il conseguente rinvio di otto giorni del calendario delle accensioni e lo spegnimento anticipato di una settimana
  • Un'ora in meno di durata giornaliera di accensione degli stessi impianti
  • Un grado Celsius in meno per quel che concerne la temperatura interna dei vari edifici (19 gradi nel caso delle abitazioni con due gradi di tolleranza sia verso l'alto che verso il basso).

Nello specifico ecco la tabelle di come si possono accendere i riscaldamenti in autunno-inverno 2022/2023:

  • Zona F: le Alpi come quelle di Belluno e di Trento. Il piano conferma che non ci sono limitazioni per il periodo e l’orario di accensione del riscaldamento anche per il 2022, le zone interessate sono quelle di Trento, Belluno e Como
  • Zona E – i termosifoni si accenderanno il 22 ottobre e verranno spenti il 7 aprile, per un periodo di massimo 13 ore al giorno. Qui rientrano le province di Alessandria, Aosta, Asti, Bergamo, Biella, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Novara, Padova, Pavia, Sondrio, Torino, Varese, Verbania, Vercelli e Bologna, Bolzano, Ferrara, Gorizia, Modena, Parma, Piacenza, Pordenone, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini e Rovigo, Treviso, Trieste, Udine, Venezia, Verona, Vicenza, Arezzo, Perugia, Frosinone, Rieti, Campobasso, Enna, L’Aquila e Potenza
  • Zona D – i termosifoni possono essere accesi l’8 novembre 2022 fino al 7 aprile, per un massimo di 11 ore al giorno. Le province coinvolte sono Avellino, Ancona, Ascoli Piceno, Caltanissetta, Chieti, Forlì, Firenze, Genova, Grosseto, Isernia, Livorno e Lucca. Comprende anche Macerata, Massa Carrara, Foggia, Matera, Nuoro, Pesaro, Pisa, Pistoia, Prato, Pescara, Roma, Siena, Terni, Teramo, Vibo Valentia e Viterbo
  • Zona C – il riscaldamento si può accendere dal 22 novembre al 23 marzo, non oltre 9 ore al giorno. La zona include le province della zona adriatica nord e quelle di Bari, Benevento, Brindisi, Cagliari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Imperia, Latina, Lecce, Napoli, Oristano, Ragusa, Salerno, Sassari e Taranto.
  • Zona B –  si può sfruttate il riscaldamento dall’8 dicembre fino al 23 marzo, per massimo 7 ore al giorno. Le province che rientrano in questa zona sono Agrigento, Catania, Crotone, Messina, Palermo, Reggio Calabria, Siracusa e Trapani. Si potranno accendere i termosifoni dal primo dicembre al 31 marzo
  • Zona A – si può accendere dal 8 dicembre  al 7 marzo per 5 ore massimo al giorno. In questa fascia rientrano le zone più calde d’Italia come le isole di Linosa e Lampedusa e Porto Empedocle

Prodotti online

Deumidificatore

Guarnizioni porte

Tapparelle

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come risparmiare sul riscaldamento: al caldo in casa senza spendere una fortuna

QuiComo è in caricamento