Como, tassa sui rifiuti: il 16 giugno la prima rata non si paga

Il Comune ha stabilito di riscuoterla a ottobre. Ecco come funziona

Il versamento per la prima rata della tassa sui rifiuti, la Tari, era previsto entro il 16 di giugno, ma la particolare situazione legata all'emergenza economica causato da quella sanitaria ha portato il Comune di Como a stabilire di far slittare questa scadenza addirittura a ottobre. E sarà direttamente il Comune stesso a inviare, tramite posta, i nuovi bollettini a partire dall'autunno.
Il provvedimento riguarda sia le famiglie che le attività produttive, un bacino di circa 40mila utenze da cui si ricavano i fondi necessari per mantenere un servizio che in tutto in città costa quasi 14 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come scegliere un divano, la guida completa

Torna su
QuiComo è in caricamento