rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Casa

Cambio di stagione: i trucchi e come riporre i cappotti lunghi senza rovinarli

Il cambio armadio è uno di quegli impegni che si rimandano costantemente, con regole e trucchetti giusti potete avere un guardaroba ottimizzato

Come ogni anno arriva il momento di mettere da parte i capi invernali e fare spazio a quelli primaverili ed estivi. Se non siete tra i fortunati che hanno una cabina armadio è il momento di fare il cambio di stagione. Tra abiti che non mettete più e cappotti lunghi ecco i trucchetti per avere tutto in ordine senza rovinare i vestiti.

Svuotare l’armadio

Per mettere davvero in ordine l’armadio e fare il cambio di stagione a regola d’arte, la prima cosa da fare è svuotarlo. Potete scegliere di poggiare i vestiti sul letto o su un lenzuolo steso sul pavimento, l’importante è disporli in ordine, dividendoli per categoria e facendo mente locale sull’ultima volta che li avete utilizzati.

Scegliere con cura cosa conservare

Capita a tutti di avere molti capi nel guardaroba che non si indossano, il cambio di stagione è l’occasione per liberarsene definitivamente senza ripensamenti. Anche se può sembrare difficile intuire cosa tenere e cosa no, basta porsi alcune domande come ad esempio: è un colore che mi sta bene? È rovinato? L’ho utilizzato recentemente? Se la risposta a queste domande è negativa allora è arrivato il momento di sbarazzarvene. Anche se è difficile farlo e siete tentati di conservare qualcosa adducendo diverse motivazioni, la realtà è che non ne avete bisogno e se proprio non riuscite a togliere tutto potete salvare al massimo tre capi.

cambio armadio-2

Lo stesso procedimento vale per gli abiti che andrete a indossare nella nuova stagione. Molto probabilmente anche in questo caso avrete conservato maglie, pantaloni o scarpe non usati l’anno precedente. Le probabilità di riutilizzarli nella nuova stagione è molto basso, quindi la soluzione migliore è liberarvene.

A questo punto cosa farne degli altri? Avete diverse soluzioni, la più semplice è quella di donarli o regalarli. Un’altra alternativa è venderli in un negozio dell’usato o su siti e app specifiche. Proprio a tal proposito ci sono applicazioni che permettono anche di scambiare i capi con altri vestiti o accessori, un modo sostenibile di far fruttare il proprio guardaroba e di averne uno del tutto nuovo senza spendere nulla.

Sistema il guardaroba ottimizzando gli spazi

La primavera è una stagione in cui le temperature cambiano repentinamente, per non farvi trovare impreparati conservate maglia a maniche lunghe o una giacca imbottita da inserire nell’area dedicata al guardaroba primaverile.

Fatto questo iniziate a mettere da parte i vestiti della vecchia stagione partendo dalle cose più ingombranti come cappotti e abiti lunghi. Solitamente durante il cambio di stagioni vengono posizionati nella parte superiore dell’armadio. In questo modo possono rimanere lunghi senza stropicciarsi, ma il limite è che così facendo si toglie spazio a mensole o scatole in cui riporre gli accessori.

cambio armadio-3

L’alternativa è piegarli. Avete letto bene, i cappotti o i vestiti lunghi con i giusti trucchetti possono essere piegati senza rovinarli o ingombrare. Una delle soluzioni più facili e veloci sta nell’utilizzare una gruccia classica per giacche e una con le pinze che solitamente si utilizza per le gonne. Appendete il cappotto o il vestito come fareste normalmente, poi prendete dei pezzi di carta o cartoncino e realizzate dei piccoli rettangoli. Posizionate il foglio di cartoncino piegato a metà nella parte inferiore del capo, in corrispondenza delle pinze per evitare di rovinare il tessuto. A questo punto inserite un anello nel gancio della gruccia superiore e sollevate la gruccia posizionata nella parte inferiore così da agganciarla all’anello. Ora potete appendere l’abito lungo nell’armadio.

Come pulire l’armadio: i trucchi per mantenerlo profumato e in ordine tutto l’anno 

È sempre possibile utilizzare la gruccia che solitamente impiegate per i pantaloni e che è dotata di un’asta di legno al centro. Steso il cappotto sul letto con l’abbottonatura rivolta verso l’alto, ripiegate le maniche sulla parte anteriore. Ora piegate le estremità del capo verso l’interno così da farle incontrare a metà dell’abito, infilate la parte inferiore del capo nella gruccia ripiegandolo a un terzo del capo stesso verso l’alto. Piegate nuovamente verso l’alto e per un terzo dell’abito, infine infilate le estremità della gruccia all’interno.

Nel caso in cui lo spazio a disposizione sia davvero poco, piegate il cappotto o l’abito come se fosse un maglione. Per ridurre l’ingombro inseritelo in un sacco per il sottovuoto e utilizzate l'aspirapolvere per togliere l’aria così da poterlo inserire in una scatola.

cambio armadio-5

Sistemati i capi più lunghi è arrivato il momento di pensare al resto dei vestiti organizzandoli prima di tutto in base alla tipologia e alla frequenza con cui li usate. In questa maniera li troverete semplicemente quando ne avrete bisogno. Per ottimizzare ancora di più lo spazio all’interno dell’armadio potete farvi aiutare dagli organizer che aumentano lo spazio a disposizione sui ripiani perché possono essere impilati e creare una piccola cassettiera.

Infine, se andate in palestra o in piscina, dedicate un ripiano o un cassetto dell’armadio a questi capi così li avrete subito a portata di mano e lontano dal resto dei vestiti.

Un’attenzione in più agli accessori

Nell’armadio non bisogna prestare attenzione solo ai vestiti, ma anche agli accessori come borse, sciarpe e gioielli. Come succede per gli abiti, divideteli per categoria, scegliendo scatole in base alla grandezza, inoltre divideteli per colore e sequenza d’utilizzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambio di stagione: i trucchi e come riporre i cappotti lunghi senza rovinarli

QuiComo è in caricamento