Domenica, 24 Ottobre 2021
Maurizio Pratelli

Opinioni

Maurizio Pratelli

Collaboratore QuiComo

Il ritorno dei turisti stranieri sul lago di Como, un'iniezione di fiducia

Una necessaria sensazione di normalità

Non c'è solo l'invasione della città. Non c'è solo turismo mordi e fuggi. A darci un po' di fiducia nella riconquista di un minimo (e meritato) ritorno alla normalità, sono arrivati anche gli stranieri che hanno ripreso a frequentare il lago di Como. Un weekend di buon sole e nuvole veloci in cielo che ha accompagnato un segnale che induce finalmente all'ottimismo.

Locali pieni e alberghi che finalmente tornano ad ospitare turisti guardando con grande fiducia all'estate in arrivo, una stagione che deve essere il simbolo della rinascita. In attesa di lasciare, almeno all'aperto, anche le mascherine al ricordo di un anno terribile, quest'ultimo fine settimana di maggio ha regalato qualche sorriso in più a tutti.

Ad accompagnare questo positivo momento, il ritorno a casa di George Clooney. Da tempo la star di Hollywood aveva rinunciato a trascorrere qualche giorno nella sua villa di Laglio, simbolo del prestigio di un lago di Como che non ha comunque mai smesso di attrarre bellezza, anche solo attraverso la moda

Segnali di vita necessari, non solo all'economia, che hanno il profumo della svolta. Nel rivedere sulle strade auto con targhe straniere, barche che tornano a navigare sul Lario, nel sentire il ritorno di voci inglesi, tedesche e francesci non si può nascondere un po' di emozione. Un buon sentimento che prova a tornare in circolo con la speranza di non essere più interrotto. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Il ritorno dei turisti stranieri sul lago di Como, un'iniezione di fiducia

QuiComo è in caricamento