Lunedì, 20 Settembre 2021
Maurizio Pratelli

Opinioni

Maurizio Pratelli

Collaboratore QuiComo

La bella stagione di Don Antonio

La forza di un batticuore

Don Antonio

Ci sono dischi che sono qualcosa di più che un semplice prodotto musicale. Ci sono artisti che sono qualcosa di più che semplici musicisti. E' il caso di Antonio Gramentieri, in arte Don Antonio. Vero è che prima della pandemia lo avevamo conosciuto soprattutto come splendido chitarrista che si era esibito spesso in quel magico luogo che fu, ahinoi, il live club All'1&35circa di Cantù. Poi tutti siamo cambiati e Don Antonio ha rappresentato una voce dissonante all'interno di una narrazione che ha parecchio faticato ad accettare voci fuori dal coro.

Leggere Gramentieri è stato per molti aspetti salvifico e in qualche modo La bella stagione è un'altra isola felice, anche dal punto di vista discografico, sulla quale approdare. Un lavoro autorale sorprendente, ma fino a un certo punto. Perché quel che emerge è l'anima fin qui "nascosta" di Don Antonio: 10 brani di rara bellezza, lirica e musicale. Per chi cerca ancora canzoni d'autore che fanno battere il cuore, La bella stagione è lì come una primavera da cogliere con tutto il suo profumo. Forse proprio dove Gianmaria Testa era stato costretto a fermarsi, Don Antonio riparte. 

Un disco prezioso: sincero e al tempo stesso profondo. Come un vino fatto col cuore - restando in questa sempre generosa terra d'Emilia Romagna, penso inevitabilmente al Campedello di Massimiliano Croci - questo è un album da mettere in tavola e condividere. Un lavoro da leggere, da ascoltare, da sorseggiare canzone dopo canzone. Un disco che mette pace e allegria. Che si offre nudo in questa stagione che ci ha messi a nudo. E Don Antonio, che non si è mai nascosto come uomo, non lo ha fatto nemmeno ora che la musica è tornata a battere al centro del suo petto. E alla fine, con la stessa sincerità con cui ci ha donato queste canzoni, gli posso solo dire grazie. Anche per aver ritrovato qui, dove non lo aspettavo, quell'amore perduto per i "miei" cantuatori. 

bellastagione-2

La bella stagione

C’era qualcosa che stava cominciando, lì intorno. O forse qualcosa che era appena finito. Non avrebbe saputo dirlo con esattezza. E poi questo grande silenzio. Interrotto a volte come da un ronzio. Una frequenza, appena. Una stagione che cambia sullo sfondo, un percorso sentimentale ricomposto per frammenti, una storia che rimbalza fra il presente e il passato, e li lascia mescolare e dialogare come in un sogno. Il beat inesorabile del tempo che passa e ci cambia. Un diario asimmetrico che diventa la foto mossa di un mondo intimo in eterna mutazione, dove l’amore, il dolore e la meraviglia nascono nelle piccole cose.

Don Antonio

Sei anni dopo avere messo nel cassetto il progetto Sacri Cuori, quattro dopo il disco di debutto come Don Antonio, e tre dopo l'avventura americana di The Crossing insieme ad Alejandro Escovedo, Antonio Gramentieri rimette in pista il suo alter-ego Don Antonio con un nuovo progetto fra musica e parole.
La Bella Stagione è il primo disco in cui Don Antonio va oltre la formula della musica cinematica-strumentale e si cimenta con canzoni in italiano. Il disco è accompagnato da una raccolta di racconti brevi con lo stesso nome.

In oltre vent'anni di attività, Antonio Gramentieri ha portato la sua musica, i suoi dischi e i suoi progetti costantemente a spasso per il mondo. Con lo pseudonimo Don Antonio, e con Sacri Cuori prima, ha suonato nei principali festival e club fra Stati Uniti, Inghilterra, Australia, Europa, Scandinavia e Balcani. Don Antonio ha suonato suoi brani al Tiny Desk di NPR, alla BBC a Londra, al programma del mattino della CBS a New York, alla televisione svedese, australiana, olandese.

Ha prodotto dischi e suonato in tour mondiali con Alejandro Escovedo, Dan Stuart, Hugo Race, Richard Buckner, Terry Lee Hale. Ha diviso palcoscenici e registrazioni con personaggi con personaggi leggendari come Marc Ribot, David Hidalgo, Jim Keltner, James Chance, John Parish, JD Foster, Wayne Kramer, James Williamson, Howe Gelb, John Convertino. Ha realizzato colonne sonore per il cinema e per la televisione. Nel 2017 un suo brano e' stato scelto da Volkswagen per la pubblicita' della Passat in Svezia e Finlandia.

Si parla di

La bella stagione di Don Antonio

QuiComo è in caricamento