Eventi estivi a Como, tutto in una busta

Intanto un superbo De Gregori ha chiuso ieri il Festival Città di Como in Arena

Francesco De Gregori in concerto in Arena a Como

Mentre ieri si è conclusa un'altra ricca edizione del Festival Como Città della Musica, con un meraviglioso concerto di Francesco De Gregori in Arena, oggi in Comune si aprono le buste per il bando degli eventi estivi. Ebbene sì, siamo arrivati al 16 luglio e ancora non sappiamo cosa sarà in grado di offrire, con tutto il suo colpevole ritardo, il calendario promosso da Palazzo Cernezzi. Così, mentre da giorni è calato il sipario sul Wow - che certamente si è guadagnato un futuro per tutto ciò che ha creato per i giovani in questi anni, grazie a un gruppo coeso di ragazzi che hanno lavorato sodo - mentre anche Parolario appartiene ai buoni ricordi della stagione 2018, la città sembra ancora camminare su due binari che non si incontrano mai: da una parte gli operatori culturali che da anni chiedono un tavolo di lavoro permanente, dall'altra l'amministrazione comunale che si arrabatta tra le carte della burocrazia che  imprigionano non solo il Lido di Villa Olmo ma anche il travagliato parto di un modestissimo nuovo infopoint ancora tuttp da decifrare.
In questo eterno confronto giocato a due velocità, dove ogni tanto si perde per strada qualche concorrente stufo di una gara in cui spesso non si vede mai il traguardo, vedi il Lake Como Film Festival nel frattempo migrato a Cernobbio, si misura una città ancora a metà strada tra un sogno capitale e una realtà provinciale, in perenne lotta tra sfarzo e mestizia. A giocare un ruolo fondamentale, almeno il prossimo anno, sarà certamente Villa Olmo, un complesso strategico se gestito con una programmazione all'altezza delle sue enormi potenzialità. I prossimi mesi saranno fondamentali per capire se le vele della città saranno ancora ostaggio della bonaccia o finalmente preda del vento. In attesa di capire cosa succederà, sarebbe meglio non restare ad aspettare in silenzio. Non solo: se si resta sempre seduti, ogni riferimento al concerto di De Gregori è puramente casuale, non basta nemmeno partecipare. A volte cccorre farlo con quel minimo di entusiasmo collettivo che ci fa alzare in piedi a cantare e battere le mani. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

  • Quattro ristoranti? Di più, ecco chi sono i master chef lariani

  • L'Orrido di Nesso, la cascata che fa paura e rumore quando piove

  • Canzo, ecco dove vive ancora lo Spirito del bosco: la camminata che vi porterà in un mondo incantato

  • Mentre Boris Johnson accusa l'Italia, la compagna Carrie Symonds si diverte sul Lago di Como

  • Cavallasca, uomo fuori controllo si aggira per le strade: la segnalazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento