Un defibrillatore alla Dogana di Ponte Chiasso: un dono in ricordo dello spedizioniere Dino Butti

Il dispositivo salvavita è stato fornito dall'associazione Comocuore

Si è svolta nella giornata del 17 dicembre 2020 davanti all’Ufficio Viaggiatori della sezione operativa territoriale di Ponte Chiasso, la cerimonia di donazione ad all'Agenzia delle Dogane di Como di un defibrillatore da parte dei figli di Dino Butti, fondatore dell'omonima azienda di spedizione, scomparso all’inizio di quest’anno. L'Agenzia delle dogane e dei monopoli nel ringraziare per il gesto di solidarietà destinato a perpetrare la memoria dello spedizioniere comasco Dino Butti, ha sottolineato la valenza strategica del posizionamento di questo strumento salvavita a Ponte Chiasso (ufficio aperto h/24), potenzialmente utile non solo ai funzionari doganali ma alla collettività. Alla cerimonia hanno partecipato anche l’assessore alle Risorse umane del Comune di Como, Elena Negretti, e il Vicepresidente dell’Associazione Comocuore Onlus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia in zona gialla (rafforzata) dal 26 aprile: cosa riapre

  • Il suoi medici gli consigliano Pfizer ma a Villa Erba gli impongono AstraZeneca, lui non ci sta: "Allora firmi il rifiuto al vaccino"

  • Nuovo Decreto Draghi, prevale la linea dura fino al 31 luglio: le regole

  • Como e la Lombardia in zona arancione, le regole per andare da amici e parenti

  • Il calendario sintetico, data per data, delle riaperture dal 26 aprile

  • Validità e regole per il bonus vacanze 2021

Torna su
QuiComo è in caricamento