rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Alimentazione

5 alimenti che aiutano a dormire meglio

Soffri di insonnia, ci metti una vita ad addormentarti o dormi male tutta la notte? Ecco 5 ingredienti che ti aiuteranno a dormire meglio e di cui non potrai fare più a meno!

Quante volte siamo andati a dormire la sera credendo di essere stanchi, e poi una volta coricati non siamo riusciti a prendere sonno? Forse per lo stress, per i pensieri che non si fermano mai, o vuoi perché abbiamo mangiato “pesante”, ma il risultato non cambia. 

CiboCrudo, il principale brand italiano di cibo plant-based e crudista, ci viene in aiuto proponendo 5 cibi e superfood che con le loro proprietà possono favorire il sonno, aiutare a rilassarci e allietare i nostri sogni. Ecco quali sono!

L’ashwagandha

L’ashwagandha è un’erba officinale che la medicina ayurvedica usa da più di 3000 anni con numerosi fini, tra cui il rafforzamento del sistema immunitario. È ottima per la regolazione dei livelli di cortisolo, l’ormone che regola la risposta del nostro corpo allo stress.

Un’idea per l’utilizzo? Una coccola prima di dormire in un moon milk, con latte caldo e sciroppo d’acero, o nel golden milk insieme alla curcuma. L’ideale è fare cicli di assunzione per tornare ad avere un livello ottimale di cortisolo, più alto al risveglio e più basso la sera.

La frutta secca

Tutti ne facciamo uso, mangiandola al naturale o impiegandola in deliziose ricette. In tanti ne conoscono anche le proprietà benefiche: in primis apporta al nostro organismo i famosi acidi grassi polinsaturi, importanti per prevenire malattie coronariche, ipertensione e disordini del sistema immunitario, oltre ad essere un potente antiossidante che contrasta l'azione dei radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento cellulare.

Forse però non tutti sanno che pistacchi e mandorle contengono anche un'elevata quantità di magnesio e melatonina. Per questo sono ottimi in qualsiasi momento della giornata, dallo spuntino per ritrovare la concentrazione durante un momento di stress fino all’aperitivo per conciliare il riposo.

Il frutto della passione

Chiamato anche passion fruit, e noto come maracuja o granadilla, altro non è che il frutto della Passiflora Edulis Sims. Un frutto dalle molte proprietà organolettiche, che può essere consumato fresco ma anche in polvere, in modo da permetterci di assaporare tutto il gusto senza le difficoltà di conservazione del frutto al naturale. Contiene apigenina e aumenta la produzione di GABA, il neurotrasmettitore della calma e del rilassamento, e diversi studi hanno dimostrato che la passiflora allevia i disturbi del sonno se assunta per quattro settimane.

Come utilizzarlo al meglio? Il frutto della passione in polvere è ideale per preparare una tisana profumata da bere prima di coricarsi. 

I semi di zucca

I semi di zucca sono ricchi di magnesio, che favorisce il riposo, ferro, selenio, fosforo e tanti minerali, ma non solo. I semi di zucca, infatti, sono ricchi di triptofano, un aminoacido fondamentale nella regolazione del sonno che assicura un sano e rigenerante riposo notturno! 

I semi di zucca possono essere sgranocchiati dopo averli fatti tostare in forno a 150°C per circa 50 minuti o possono essere utilizzati per preparare un’ottima tisana, dopo essere stati lasciati in infusione con acqua bollente per qualche minuto.

Le banane

Dulcis in fundo, la banana è uno dei cibi più comuni che favorisce senza dubbio il riposo. È ricca di magnesio, potassio, vitamina B e triptofano. Tutte queste sostanze naturali aiutano ad abbassare i livelli di cortisolo favorendo il rilassamento muscolare e contribuendo a conciliare il sonno.

L’assunzione di magnesio, inoltre, favorisce la produzione di melatonina che ci aiuta a ridurre il tempo necessario per addormentarci, migliorando al contempo la qualità del riposo. Infatti, la carenza di minerali è una delle possibili cause dell’insonnia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

5 alimenti che aiutano a dormire meglio

QuiComo è in caricamento