Attualità

L'altro volto della zona gialla: un meraviglioso e deserto lago di Como

Strade solitarie e tanta silenziosa bellezza

Primo giorno in zona gialla. C'era tanta voglia di uscire dal proprio Comune. Anche solo per riassaporare l'effetto che fa dopo oltre un mese. Magari, più semplicemente, per ritrovare la semplice ebbrezza di una gita in una splendida giornata di quasi inverno, con il sole e il cielo blu. Eppure sembra che in molti abbiamo preferito chiudersi in una negozio piuttosto che godersi una bella domenica all'aria aperta.

lago como oliveto-2

Così abbiamo preso l'auto e siamo partiti da Como per raggiungere il lago di Como salendo da Canzo e Asso. Con in faccia le montagne innevate, a Valbrona il Lario ha iniziato a mostrarsi in tutta la sua superba bellezza anche a dicembre. La discesa verso Onno è una vera e propria meraviglia della natura: strade deserte che si snodano lente attraverso un panorama mozzafiato. Ogni angolo si mostra incornicciato da un silenzio quasi irreale. 

lago como chiesa-2

Ad Oliveto Lario, nascosta così come tante altre meraviglie del Lago di Como, c'è una piccola stradina, la si percorre solo a piedi. Conduce sino a un gioiello del 1600 che si affaccia direttamente sul lago, è la chiesetta della Beata Vergine Annunciata del Moletto. Non occorre nemmeno credere in Dio per essere avvolti dal suo fascino, per arrendersi al suo richiamo spirituale. 

lago como oliveto 2-2-2

Bellagio è dietro l'angolo, ci giriamo intorno prima di rituffarci nella vecchia lariana che corre lunga e veloce per attraversare Lezzeno. Non c'è nessuno e il lago si mostra così bello da sembrare quasi sfacciato, con i riflessi del sole che a Pognana lo accarezzano sempre più timidi ma ancora luminosi in questi ultimi giorni d'autunno. Insomma, la prima domenica in zona gialla di questa maledetta pandemia ha anche un altro volto. Ed è bellissima, silenziosa e solitaria. Per pochi eppure così necessario. 

lago como strada onno-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'altro volto della zona gialla: un meraviglioso e deserto lago di Como

QuiComo è in caricamento