Vittorio Zago nuovo direttore del Conservatorio Verdi di Como

41 voti contro i 21 di Bruno Dal Bon

Da sinistra: il direttore uscente Carlo Balzaretti; il neo-direttore Vittorio Zago; il presidente Enzo Fiano

Nessuno scossone. Un voto nel segno della continuità. Il Conservatorio "G. Verdi" di Como ha un nuovo direttore: Vittorio Zago. È stato eletto con una maggioranza di 2/3, dalla base dei docenti dell'Istituto. Resterà in carica per tre anni, dal 2020-21 al 2022-23. Lo spoglio delle 62 schede elettorali, che si è chiuso oggi, venerdì 4 settembre, alle 16.30, ha visto 41 voti indirizzati al Maestro Zago contro i 21 al Maestro Bruno Dal Bon, l'altro candidato alla direzione. Nessuna scheda bianca e nessuna nulla. Con questa maggioranza, uscita subito evidente alla prima tornata delle votazioni, da prassi svolte negli scorsi tre giorni (mercoledì, giovedì, venerdì) non sarà necessario procedere con il secondo giro di votazioni, previste dal regolamento in caso di non raggiungimento del quorum.

Vittorio Zago, classe 1967, diplomato in pianoforte e composizione, vanta una brillante carriera di compositore (premiato al "Takemitsu" di Tokyo, al "Bucchi" di Roma e allo "Hürlimann" di Ginevra). Sue pagine sono state commissionate ed eseguite in Italia, in particolare alla Biennale di Venezia, e all'estero, da importanti istituzioni concertistiche. Una laurea in giurisprudenza si aggiunge a qualificare ulteriormente il ricco curriculum musicale. Da nove anni docente di composizione al Conservatorio di Como, negli ultimi cinque Zago ha affiancato come vicedirettore il Direttore Carlo Balzaretti. Il passaggio di testimone avviene dunque nel segno della continuità, forte di un solido e concreto programma. Per un Conservatorio che - nonostante i tempi esterni incerti - resta fortemente attrattivo per le nuove generazioni, come dimostrano gli altissimi numeri delle richieste di ammissione. In bocca al lupo!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Como, anche Natale e capodanno in casa: ristoranti chiusi, il nuovo Dpcm cambia direzione

  • Cantù, Lidl chiuso fino al 29 novembre per aver violato il Dpcm. Le scarpe non c'entrano nulla

  • Zona arancione, cosa si può fare a Como da domenica 29 novembre

  • Como, chiuso il bar Mitico: multati anche i clienti che consumavano sul posto cibi e bevande

  • Como in zona arancione da domani o dal 4 dicembre? Ma cambia poco

  • Como e la Lombardia da domenica volano in zona arancione, riaprono tutti negozi

Torna su
QuiComo è in caricamento