Attualità Via Canturina

Mai più aggressioni agli autisti: ecco i nuovi vigilantes sui bus comaschi

Inaugurato sulla linea C50. Sono previste oltre venti guardie

Vigilantes sugli autobus di Como e provincia

In questa foto scattata di striscio da un lettore nella mattina dio lunedì 6 novembre 2017 sono ritratti due vigilantes della ditta di sicurezza e vigilanza Civis. Si tratta del nuovo servizio voluto dall'azienda di trasporto locale Asf Autolinee. Il servizio è stato inaugurato il 2  novembre 2017 a bordo dei pullman della linea C50 che collega Como a Cantù e viceversa. Nella foto si vedono due vigilantes in attesa del bus alla fermata di Albate.

Le ragioni di questa scleta, cioè assicurare un servizio di sicurezza sui bus, dipende anche e soprattutto dagli svariati episodi passati che hanno visto autisti vittime di aggressioni perpretate soprattutto da passeggeri sprovvisti di biglietto ai quali i conducenti avevano chiesto di acquistarlo o di scendere dal mezzo. Non sono mancati nel tempo episodi anche di balordi che hanno molestato o aggredito passeggeri o danneggiato il bus. Nell'ottobre 2016 un autista è stato aggredito da un passeggero al quale aveva chiesto di mettere la museruola al cane prima di salire. Gli episodi di violenza sui bus, ai danni di conducenti e passeggeri, ad goni modo, sono stati numerosi negli ultimi due o tre anni.

Per fare fronte a questa situazione di pericolo e percezione di insicurezza da parte di autisti e controllori Asf ha deciso di appoggiarsi alla ditta di vigilanza Civis che ha sede a Grandate. Per ora il servizio è in una fase di test ma si prevede che qualora fosse esteso potrebbe portare all'impiego di oltre 20 uomini che opereranno in coppia a tutela sempre di un controllore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mai più aggressioni agli autisti: ecco i nuovi vigilantes sui bus comaschi

QuiComo è in caricamento