rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

La vergogna del lungolago di Como

Il caso sollevato da QuiComo sta indignando la città

Siamo stati i primi, la scorsa settimana, a sollevare la questione con un servizio che mostrava lo stato di degrado dell'ex passeggiata Amici di Como. Un caso che ha poi sollevato nei giorni seguenti molte polemiche. Tanto che, ma solo ieri, è arrivato un comunicato del Comune di Como attraverso il quale si giustificava la situazione delle aiuole con il furto delle colonnine degli irrigatori. 

Un fatto che assolve il Comune solo in parte. Perché se è vero che il furto è avvenuto la scorsa settimana, è altrettanto vero che una settimana fa il prato di quel tratto di lungolago era già compromesso da giorni. Una situazione che porta a pensare che il furto sia quantomeno avvenuto molto prima e che nessuno se ne sia accorto per tempo.

Oltretutto irrigare adesso, con le aiuole ormai compromesse, l'erba non innaffiata è stata bruciata dal sole, non serve a nulla. Per restituire dignità all'unico tratto ancora usufruibile del lungolago di Como, occorrerà quindi un intervento di ripristino radicale e nel più breve tempo possibile visto che siano in piena stagione turistica. Intanto la rabbia dei cittadini si è manifestata oggi con una rabbiosa scritta comparsa nell'ex Passeggiata Amici di Como: "Vergogna".  Eh si, un po' c'è da arrossire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vergogna del lungolago di Como

QuiComo è in caricamento