rotate-mobile
Attualità

Ucraina, come organizzare accoglienza e solidarietà

Un incontro per suggerire soluzioni concrete per una dignitosa accoglienza nei confronti di un popolo che fugge dall'ennesima barbarie umana

Governo, enti locali e associazioni stanno preparando trasferimenti e ospitalità, e c'è anche chi è partito di persona in auto. Anche Como vuol fare la sua parte. Siamo in grado di ospitare tante persone, abbiamo le risorse utili per farlo. La guerra non accenna a fermarsi: tutte le persone arrivate, per ora, sono state accolte da parenti e amici. Sono arrivate in pullman o con auto private, ma anche in aereo da paesi vicini all’Ucraina, come la Slovacchia.

Nei prossimi giorni è facile prevedere che gli arrivi si intensificheranno. In questo incontro ci proponiamo di suggerire soluzioni concrete per una dignitosa accoglienza nei confronti di un popolo che fugge dall'ennesima barbarie umana. Perché l'accoglienza è uno tra i grandi compiti di una città generosa come Como.

A questo proposito Civitas, con i webinar COMO Come, ha organizzato un incontro on-line domani sera, martedì 15 marzo ore 21. Per chi vuole partecipare, basta registrarsi al seguente link Eventbrite.

I parcecipanti

Nataliya Baradaki - dipendente Ca' d'Industria

Adria Bartolich - docente

Franco Spada - sindaco di Tirano (SO)

Giuseppe Muti - Ricercatore universitario in Geografia e Storia del mondo contemporaneo (Univ. Insubria Varese)

Massimiliano Giacomello - Responsabile Abitare e Inclusione Sociale (Consorzio Comunità Brianza)

Bruno Magatti - presidente Civitas

Modera:

Paolo Spada - imprenditore e filosofo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina, come organizzare accoglienza e solidarietà

QuiComo è in caricamento