Attualità

Turismo record in Lombardia, il settore rinasce con quasi 16 milioni di arrivi

Boom di stranieri da Germania, Stati Uniti e Francia

Nonostante c'è chi sostiene che sul lago i turisti siano diminuiti rispetto allo scorso, anche se i dati andranno verificati complessivamente a fine stagione, il turismo in Lombardia ha raggiunto cifre da record, segnando una significativa ripresa del settore. Secondo i dati di Polis Lombardia (Istituto regionale per il supporto alle politiche della Lombardia), sviluppati da CNA Turismo e Commercio Lombardia, nel 2022 sono stati 15 milioni e 700 mila gli arrivi e 43 milioni le presenze turistiche, testimoniando un totale stimato di circa 43 milioni di notti complessivamente trascorse. In particolare, il dato delle presenze, che si è rivelato solo dell'1.1% inferiore rispetto ai dati record del 2019, offre un segnale di positività per l'intero settore turistico.

E dando uno sguardo al 2023, anche facendo riferimento ai dati forniti dall’indagine da CNA Nazionale che parla per luglio 2023 di 19 milioni di arrivi (+9% circa rispetto al 2019) e 81 milioni di pernottamenti in tutta Italia, le previsioni per la Lombardia sono decisamente ottimistiche, tanto che gli analisti si aspettano numeri di gran lunga superiori a quelli del 2022.

"I dati positivi del turismo lombardo nel 2022 sono frutto del lavoro congiunto di tutti gli operatori del settore, che hanno impegnato le loro energie per promuovere la regione e offrire un'esperienza di viaggio di alta qualità ai turisti - afferma Eleonora Rigotti, Presidente di CNA Turismo e Commercio Lombardia -. Siamo estremamente soddisfatti della straordinaria crescita del turismo internazionale, un chiaro segnale che la Lombardia sta emergendo come una destinazione altamente attrattiva per viaggiatori provenienti da tutto il mondo. Il settore turistico è un importante driver economico per la regione, e sono fiduciosa che continuerà a crescere nei prossimi anni."

Inoltre, rispetto al 2021, anno ancora segnato dalle restrizioni alla mobilità, i dati lombardi hanno evidenziato un netto miglioramento, in gran parte dovuto al turismo straniero, che ha più che raddoppiato in un solo anno costituendo con 8.636.801 arrivi il 55% del totale dei visitatori nel 2022. I principali Paesi d'origine dei turisti internazionali sono stati Germania, Stati Uniti e Francia.

Il turismo nazionale ha dimostrato anch'esso una notevole crescita nel 2022, con un incremento del 32% degli arrivi e del 22% delle presenze rispetto all'anno precedente. Il turismo di prossimità è stato particolarmente significativo, con 2 milioni e mezzo di residenti lombardi che hanno scelto di trascorrere almeno una notte in una struttura turistica della propria regione. Le regioni del Lazio, Veneto ed Emilia-Romagna si sono distinte come le principali fonti di provenienza dei turisti italiani.

"In particolare - prosegue la Presidente Rigotti - CNA Turismo e Commercio Lombardia sostiene con orgoglio i percorsi esperienziali unici creati dalle aziende dell'eccellenza artigiana nei propri territori, in stretta collaborazione con le strutture provinciali di CNA Lombardia. Questi straordinari percorsi vanno ben oltre la tradizionale visita a luoghi e monumenti, offrendo ai turisti l'opportunità di vivere esperienze memorabili e autentiche. Attraverso queste esperienze coinvolgenti, i viaggiatori hanno la possibilità di immergersi appieno nella cultura, nella storia e nelle tradizioni della Lombardia, entrando in contatto diretto con le persone che animano il nostro territorio. Siamo fermamente convinti - conclude - che questi percorsi esperienziali siano l'anima del turismo lombardo, rendendo la nostra regione una meta davvero speciale e indimenticabile per tutti coloro che scelgono di visitarla.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo record in Lombardia, il settore rinasce con quasi 16 milioni di arrivi
QuiComo è in caricamento