rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità

C'è un topo morto nel panino del supermercato: Canton Ticino sotto choc

Il roditore era all'interno della plastica dei panini degli hamburger in un negozio di Losone, comune del Cantone Ticino

Il topo morto era all'interno della busta di plastica dei panini tipo hamburger che sono venduti in molti supermercati. Il supermercato dove è stata fatta la scoperta è in Canton Ticino a Losone e la notizia sta facendo molto rumore nella vicina Svizzera e sta diventando virale. Il primo ad anticiparla è stato Ticinonews che sta seguendo la vicenda, verificando anche i controlli che sono stati fatti successivamente. A girare il video del ritrovamento del roditore, come riportato anche su Today.it, sono stati alcuni ragazzi che hanno inondato i social: da TikTok, a Whatsapp e così l'immagine del topo imbustato sta facendo il giro d'Europa. 

 Il Laboratorio cantonale, responsabile della verifica del rispetto delle misure igieniche e sanitarie nel commercio al dettaglio, parla di caso "inaccettabile. Se un topo si trova all’interno della confezione di un prodotto alimentare, qualcosa è andato storto nei piani aziendali di lotta agli infestanti".

Cosa si rischia a mangiare cibo che è stato a contatto con i roditori

I rischi per la salute del contatto tra cibi e roditori sono evidenti e i controlli, da parte di produttore e dettagliante, devono quindi essere rigorosi. Aldi Suisse ha fatto sapere che "i dipendenti intervenuti hanno subito ritirato il prodotto, informato il responsabile e anche il produttore dei panini. Dopo gli accertamenti del caso, ci sentiamo di escludere che il topo sia entrato nella confezione all’interno della filiale. Aldi Suisse, comunque, giudica l’episodio di Losone un caso isolato".

Il supermercato si giustifica dicendo che non c'è all'interno dei suoi locali alcuna infestazione di topi e che l'animale potrebbe a loro avviso essere stato imbustato e "confezionato" dal fornitore. Le indagini faranno chiarezza. Intanto la catena di supermercati accusa il Laboratorio Cantonale di aver dato la vicenda in pasto ai media prima di averla esposta a loro: "Troviamo particolarmente discutibile che il Laboratorio abbia già preso posizione nei confronti dei media senza disporre di alcun elemento in relazione al caso". 

Certamente con la potenza di divulgazione dei social sarà stato quasi impossibile contenere la notizia. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è un topo morto nel panino del supermercato: Canton Ticino sotto choc

QuiComo è in caricamento