rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Azzurri e Nerazzurri

Thomas Zilliacus: "Vedo il bellissimo stadio Sinigaglia dalle finestre di casa ma voglio l'Inter"

Il magnate finlandese che vive sul Lario sogna i nerazzurri

Da qualche mese si rincorre la notizia che Thomas Zilliacus, imprenditore finlandese, sia un possibile acquirente delle quote di maggioranza dell'Inter. In una intervista rilasciata a Repubblica e ripresa interamente dal sito FCInter1908, il miliardario, che vive buona parte dell'anno sul Lario, si dice a Brunate, non ha smentito le voci del suo interessamento per il club guidato da Simone Inzaghi e attualmente di proprietà della famiglia Zhang, con la quale lo stesso Zilliacus ha un ottimo rapporto, così come con tutto il mondo asiatico che ben conosce proprio per le sue attività. 

Thomas Zilliacus

Tuttavia lo stesso Zilliacus ha ammesso che, non essendo stata manifestata ufficialmente la volontà da parte dei cinesi di vendere l'Inter, che sarebbe disposto, tanto è l'amore per i nerazzurri, anche a entrare in società solo come socio di minoranza.  Incalzato dal giornalista sulla città dove, come detto, trascorre buona parte della'anno, ovvero sulla possibilità di investire invece nel Calcio Como, il magnate finlandese ha risposto così: “Non sarebbe male. Vedo il bellissimo stadio Sinigaglia dalle finestre di casa. E conosco molto bene la famiglia Hartono, sono uno dei player fondamentali dell’economia asiatica. Ma il mio cuore batte per l’Inter”.

Chi è  Thomas Zilliacus

Già dirigente di Nokia, Zilliacus vanta una lunga carriera nel mondo degli affari. Dopo aver conseguito un master in Economia alla Hanken Business School di Helsinki, è stato eletto a soli 25 anni nel consiglio comunale della città. Poco più tardi, Nokia lo chiama in qualità di responsabile globale del marketing e si trasferisce a Singapore. Negli anni Novanta, Zilliacus si mette in proprio e fonda Asia-Pacific Strategic Alliances Group e Mobile FutureWorks, due società con partecipazioni in diversi settori: immobiliare, sport, telecomunicazioni e non solo. Complessivamente, i due gruppi gestiscono più di 100 aziende per un valore globale di oltre 3 miliardi di dollari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Thomas Zilliacus: "Vedo il bellissimo stadio Sinigaglia dalle finestre di casa ma voglio l'Inter"

QuiComo è in caricamento