menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
The Jaded Hearts Club

The Jaded Hearts Club

The Jaded Hearts Club, il video della superband è firmato Olo

Nel nuovo gruppo anche Matt Bellamy e Dom Howard dei Muse, Nic Cester dei JET e Graham Coxon dei Blur

Un altro colpaccio per i ragazzi comaschi di Olo Creative Farm. Questo l'annuncio sulla loro pagina Facebook: "Siamo orgogliosi di annunciare il nostro ultimo video per la nuova superband The Jaded Hearts Club composta da Matt Bellamy e Dom Howard dei Muse, Nic Cester dei JET, Graham Coxon dei Blur, Sean Payne dei The Zutons, Miles Kane dei The Last Shadow Puppets e Jamie Davis". 

Loro sono Max De Ponti, Mattia Amadori (foto sotto) e Andrea Corti, già noti nel mondo delle produzioni rock soprattutto per i lavori fatti da Olo insieme ai Muse.  In questa occasione il loro lavoro è relativo alla realizzazione del video ufficiale, appena rilasciato su tutte le piattaforme musicali, di Reach Out I'll Be There, originale versione dell'omonimo brano dei Four Tops del 1967. Il singolo anticipa l’album di debutto della superband, You’ve Always Been Here, atteso il prossimo 2 ottobre.

olo creative-2

"Il progetto - racconta Max De Ponti a QuiComo - è nato poco prima del periodo del lockdown. Matthew Bellamy, con cui collaboriamo da tanto tempo ci ha chiamati per chiederci se volevamo pensare a un video per il singolo dei Jaded Hearts Club. Poi i tempi si sono dilatati a causa della pandemia e alla fine abbiamo fatto una proposta che avesse l'idea di un concerto di ringhiera perché a Nic Cester era piaciuta molto quello che aveva visto succedere in Italia con la gente che cantava alle finestre durante la quarantena. Così abbiamo sviluppato  il video partendo da Nic alla finestra di un balcone milanese con gli altri membri della band che suobavano collegati virtualmente su vari device. Quindi abbiamo chiesto ad ognuno di loro di registare da dove si trovavano: Dominic lo ha fatto dalla collina di Hollywood vicino a casa esua, Graham dall'Inghilterra e così via. E' stato divertente mettere poi tutto insieme e soprattutto poi girare a Milano, appena finito il lockdown, con una situazione molto strana.  E' stato anche un momento bello di aggregazione ma anche di piccoli incidenti del mestiero come quello di perdere un drone per interferenze magnetiche. Alla fine siamo molto contenti che il video di Reach Out I'll Be There sia finalmente arrivato in rete. Ora lavoreremo ancora con loro ad un nuovo progetto ma è ancora tutto top secret".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia, nuova ordinanza: intere province in arancione "scuro"

WeekEnd

Le 5 migliori gite del weekend in zona gialla sul Lago di Como

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Covid a Como, i dati del 24 febbraio: 260 nuovi casi

  • Coronavirus

    Sant'Anna, i pazienti covid in terapia intensiva sono 14

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

QuiComo è in caricamento