rotate-mobile
Attualità Viale Geno / Viale Geno

Troppi taxi boat sul lago di Como, la richiesta al Comune: "Servono più controlli"

Il Codacons invia una diffida all'amministrazione comunale per chiedere maggiore attenzione e più verifiche

Negli ultimi anni, il Lago di Como ha visto un'esplosione nel numero di taxi boat. Attualmente, sono 154 i noleggiatori di barche registrati presso la Camera di Commercio, un numero che ha generato un mercato competitivo e che secondo alcuni è spesso anche poco trasparente.

Crescita delle licenze e concorrenza sleale

Secondo il Codacons l'aumento vertiginoso delle licenze ha portato a una situazione caotica, con molti operatori che avvicinerebbero i clienti in modi non sempre trasparenti e regolari. Questo settore, diventato una vera e propria giungla, soffre spesso della mancanza di autorizzazioni necessarie e della concorrenza spietata tra i noleggiatori.

Alta stagione e sicurezza a Rischio

Il problema si acuisce durante l'alta stagione, quando la presenza di taxi boat e privati che noleggiano imbarcazioni raggiunge il picco, mettendo a rischio la sicurezza dei bagnanti. A differenza dei trasporti pubblici, i privati non sono soggetti a normative severe riguardanti la manutenzione delle imbarcazioni e la formazione del personale. Questo porta a una situazione in cui i controlli sono insufficienti e il rischio di incidenti aumenta.

Manovre Pericolose

Numerose segnalazioni da parte dei residenti e dei turisti indicherebbero la presenza di operatori che propongono imbarcazioni a turisti stranieri spesso inesperti, i quali si trovano a compiere manovre pericolose sul lago. Questa pratica non solo mette in pericolo chi è a bordo, ma anche gli altri utenti del lago, compresi i bagnanti e gli altri natanti.

La richiesta al Comune: più controlli

“ Non è accettabile che l' amministrazione non garantisca la pubblica sicurezza - commenta il presidente del Codacons, Marco Maria Donzelli - Necessario aumentare i controlli punendo qualsiasi atto contrario alla legge potenzialmente lesivo della salute e sicurezza pubblica.“ Il Codacons presenterà una diffida al Comune di Como, affinché attui misure di prevenzione circa la pubblica sicurezza nelle acque del lago. Limitando poi taxi boat e barche a noleggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi taxi boat sul lago di Como, la richiesta al Comune: "Servono più controlli"

QuiComo è in caricamento