rotate-mobile
Attualità Cermenate / Via Statale del Giovi

Pedaggio sulla superstrada Milano-Meda: le prime ipotesi sul costo

Il consigliere regionale Orsenigo: "Un esborso eccessivo per i lavoratori"

La Milano-Meda, la superstrada che attualmente attraversa la Brianza gratuitamente, subirà una trasformazione con l'arrivo di Pedemontana e diventerà un'autostrada a pagamento. Una volta completati i lavori, il tratto della Milano-Meda che sarà inglobato dalla A36 richiederà un pedaggio, una novità che sta suscitando preoccupazioni tra i cittadini e animando il dibattito politico.

Il consigliere regionale del PD, Angelo Orsenigo, è stato il primo a proporre un'ipotesi sui costi del pedaggio. "La Milano-Meda a pagamento potrebbe costare dai 4 ai 6 euro al giorno tra andata e ritorno. Un impatto economico elevato e ingiusto al quale si aggiunge il rischio per la viabilità locale”. Questo si tradurrebbe in un esborso mensile compreso tra gli 80 e i 120 euro.

Secondo Espansione Tv, l’ipotesi sulla possibile tariffa si basa sui pedaggi attualmente in vigore. “L’importo stimato per i 12 chilometri di Milano-Meda in questione si basa sull’attuale pedaggio chilometrico previsto da Pedemontana su tratte di simile lunghezza – spiega Orsenigo – il ramo tra Mozzate-Lazzate di circa 11 chilometri a 2,85 euro o quello tra Solbiate Olona e Cislago di circa 10 a 1,78. Una misura che andrà a colpire moltissimi comaschi che hanno già pagato e continuano a pagare carissimo l’ignobile pedaggio sul primo micro-lotto della tangenziale di Como, mai completata e mai resa gratuita come promesso dalla Lega più volte negli ultimi anni. La Milano-Meda a pagamento è l’ennesimo oltraggio a un territorio che chiede infrastrutture efficienti e affidabili e ottiene infrastrutture incompiute e care come il fuoco”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedaggio sulla superstrada Milano-Meda: le prime ipotesi sul costo

QuiComo è in caricamento