rotate-mobile
Attualità

Stun gun, ora lo potrà avere in dotazione anche la polizia locale

Saranno forniti da Regione Lombardia

Se ne discuteva da tempo e alla fine sono stati approvati. Dal Consiglio regionale è infatti appena arrivato il via libera all'utilizzo dei dissuasori elettrici. Lo comunica l'assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato. Dopo il passaggio in Commissione Affari istituzionali oggi è arrivato il via libera dalla massima assemblea elettiva lombarda, nel corso della seduta del Consiglio regionale.

"Il nostro obiettivo - ha sottolineato De Corato - è quello di fornire questi nuovi strumenti di sicurezza alle Polizie locali. Nei prossimi bandi saranno pertanto presenti, tra il materiale acquistabile dai Comuni finanziato da Regione Lombardia, anche gli 'stun gun'". Si tratta di uno strumento di difesa - ha detto l'assessore - sempre più diffuso, che si distingue dal taser poiché manca la forza propulsiva esplosiva del dardo lanciato".

"Più sicuri quindi i nostri agenti - ha concluso l'assessore De Corato - e più sicuri i cittadini lombardi". 

Stun gun e Taser, le differenze

Una pistola stordente (stun gun) è un'arma a distanza ravvicinata e deve essere tenuta in prossimità del bersaglio prima di poterla usare. Al contrario, un Taser può essere usato fino a 15 piedi di distanza da un bersaglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stun gun, ora lo potrà avere in dotazione anche la polizia locale

QuiComo è in caricamento