rotate-mobile
Attualità Como Centro / Diga foranea Piero Caldirola

Striscia la Notizia a Como per decifrare il monumento di Libeskind

Le intervista dell'inviata Chiara Squaglia ai comaschi per strada

Dopo il servizio alla fontana di Camerlata, l'inviata di Striscia la Notizia, Chiara Squaglia, è tornata a Como per la rubrica Enigmarte. Scopo della rubrica è visitare le opere d'arte più strane segnalate dai telespettatori per poi chiedere ai cittadini di questa o quella città cosa ne pensino e soprattutto se sanno che cosa rappresenti l'opera. Questa volta Squaglia è tornata sul lago di Como per decifrare il monumento di Daniel Libeskind che tanto fece discutere la città prima della sua installazione sul tondello della diga foranea. La scultura, denominata Life Electric, sarebbe un omaggio allo scienziato Alessandro Volta e alla sua invenzione - la pila - rappresentando i campi energetici dei poli positivo e negativo. Dei comaschi intervistati nessuno ha dimostrato di conoscere il senso di quest'opera. 

Qui il servizio di Striscia.

Va ricordato, però, che uno degli aspetti che molto fece discutere a suo tempo era proprio relativo al senso di quest'opera. Qualcuno sosteneva, infatti, che il monumento non nacque come omaggio a Volta e che quel significato (polo positivo e polo negativo) fu dato a posteriori. Il progetto inizialmente era per un edificio da realizzare non certo in Italia e non certo a Como.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Striscia la Notizia a Como per decifrare il monumento di Libeskind

QuiComo è in caricamento