Attualità

Ragazzo di colore allontanato dalla stazione di Portichetto: la replica di Ferrovie Nord

Il caso del ragazzo di colore

L'episodio accaduto alla stazione di Portichetto di Luisago non avrebbe alcuno sfondo razziale. Ferrovie Nord ha tenuto a inviare una nota stampa a precisazione di quanto avvenuto. Qui di seguito la replica dell'azienda a seguito della "denuncia" che la fidanzata dell'uomo allontanato dalla stazione ha diffuso  sui social.

"Poco prima della mezzanotte di martedì 9 febbraio - spiegano da Ferrovie Nord - un dipendente della società incaricata della vigilanza, è entrato nella stazione di Portichetto Luisago per effettuare come tutte le sere le operazioni di chiusura e di messa in funzione dell'allarme antintrusione della sala d'attesa. In quel momento, all'interno della sala d'attesa, era presente una persona che è stata invitata ad uscire proprio per consentire la chiusura dello scalo dal momento che l'ultimo treno in direzione Milano era passato alle 23:27".

"La guardia giurata si è messa in comunicazione, tramite help point, con il Posto Centrale di Saronno - continua Ferrovie Nord - che ha comunicato alla persona il fatto che non ci sarebbe stato alcun treno in direzione Milano alle 00.12 poiché si trattava di una corsa sostitutiva effettuata con autobus. A quel punto la persona è uscita. La stazione è stata chiusa ed è stato inserito l'allarme antintrusione della sala d'attesa alle ore 24.00".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzo di colore allontanato dalla stazione di Portichetto: la replica di Ferrovie Nord

QuiComo è in caricamento