rotate-mobile
Attualità Appiano Gentile

Intercettata spedizione di marijuana: i finanzieri di Como si fingono corrieri e arrestano il destinatario

Le indagini sono scattate dopo che i militari hanno fermato tre uomini ad Appiano Gentile

Nei giorni scorsi gli uomini della guardia di finanza di Como hanno fermato ad Appiano Gentile un'auto con targa spagnola con a bordo tre individui, due spagnoli e un croato. Insospettiti dal loro nervosismo e dalla mancanza di bagagli, i finanzieri hanno sottoposto a controllo l’autovettura rinvenendo, nascosti al suo interno, alcuni grammi di marijuana, circa 28.500 euro in contanti e una ricevuta relativa ad una spedizione di un pacco proveniente da Malaga con destinazione Legnano. Nella convinzione che tale pacco potesse contenere altra sostanza stupefacente, i militari hanno immediatamente informato la Procura della Repubblica di Como. Sono quindi scattate le indagini: è stato identificato il destinatario del pacco. I finanzieri hanno dunque intercettato la spedizione in arrivo in Italia tramite corriere e presso i magazzini di quest’ultimo, dopo aver accertato, con l’ausilio delle unità cinofile, la presenza della sostanza stupefacente, hanno provveduto ad aprire il pacco rinvenendo 10 Kg di marijuana.

A questo punto i finanzieri si sono travestiti da corrieri e hanno organizzato una cosiddetta “consegna controllata”. I finanzieri-corrieri si sono, dunque, recati presso l’indirizzo del destinatario indicato sul pacco, sito a Legnano e, all’accettazione di quest’ultimo, hanno arrestato il destinatario e sottoposto a sequestro l’intero quantitativo di droga.

Droga da Malaga GDF 2

A seguire, i militari hanno perquisito l’abitazione dell’arrestato rinvenendo ulteriore sostanza stupefacente per un totale di 20 grammi già suddivisi in bustine e pronti per la vendita, oltre al materiale per il confezionamento, una bilancia digitale, un’agenda, uno smartphone, due sim card e 300 euro in contanti. L’uomo finito in manette, di origine albanese, risulta dimorare in Italia senza svolgere alcuna attività lavorativa. Ora è detenuto nel carcere di Busto Arsizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intercettata spedizione di marijuana: i finanzieri di Como si fingono corrieri e arrestano il destinatario

QuiComo è in caricamento