Centro per senzatetto in via Cadorna, il Comune incontra i residenti

Protesta, oltre 200 firme raccolte contro il dormitorio all'ex Asl

La voce dei cittadini residenti in via Cadorna e nelle strade limitrofe verrà ascoltata dal Comune di Como il 6 luglio nella riunione della commissione Sicurezza urbana. In quella occasione i residenti si presenteranno con una petizione, che conta più di 200 firme, per dire no all'ipotesi di collocare un centro di accoglienza per senzatetto nell'edificio ex Asl all'incrocio tra via Cadorna e via Croce Rossa.

Sono numerose le obiezioni avanzate dai residenti della zona. "Innanzitutto - spiega Lina Del Gaudio - questa via è già messa a dura prova a causa della presenza del Sert che richiama molti topssicodipendenti e persone con disagi le quali compromettono il decoro del quartiere. Basta dire che spesso e volentieri nei cortili dei nostri palazzi troviamo spazzatura, urina e altre deiezioni e spesso quelle persone sostano davanti alle vetrine dei negozi costringendo gli esercenti a farsi valere per chiedere di andarsene altrove".

Insomma, un centro d'accoglienza per senzatetto aggraverebbe, secondo i residenti, la situazione di già precario decoro. Roberto Iseppato fa osservare che "nel raggio di pochi metri ci sono un asilo, una scuola media, un conservatorio e una scuola superiore, non crediamo sia questa la zona della città più idonea per realizzare un dormitorio per i clochard, visto e considerato che abbiamo già il Sert in via Cadorna".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La commerciante Silvia De Carli sottolinea come l'ipotesi del dormitorio sia "un'opzione che i residenti e gli esercenti del quartiere non intendono accettare, non perché non sia giusto dare un posto dove dormire a chi è senza un tetto, ma perché la zona è già fin troppo provata dalla presenza di coloro che frequentano il Sert, quindi sarebbe opportuno trovare un'altra soluzione per il dormitorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 10 migliori rifugi sul Lago di Como

  • Quattro ristoranti? Di più, ecco chi sono i master chef lariani

  • L'Orrido di Nesso, la cascata che fa paura e rumore quando piove

  • Canzo, ecco dove vive ancora lo Spirito del bosco: la camminata che vi porterà in un mondo incantato

  • Cavallasca, uomo fuori controllo si aggira per le strade: la segnalazione

  • Alserio, al via la Sagra dei sapori della Montagna: la prima mangiata d'autunno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
QuiComo è in caricamento