Attualità

Rsa e Covid, ripensare il modello di assistenza socio-sanitaria

In Lombardia nasce l'Associazione Felicita

Rsa

Felicita è nata con l’intento di trasformare la tragedia dei recenti decessi per Covid in un’opportunità di cambiamento del modello di assistenza socio-sanitaria. I fondatori ritengono indispensabile un ripensamento della cultura della vecchiaia più attenta ai diritti e ai bisogni dei più fragili, dove non si considera la normalità dei bisogni e dei desideri un “lusso” inadatto agli anziani e dove la fragilità, intesa come condizione costitutiva della vita, non sia nascosta, marginalizzata, considerata alibi per una sottrazione di diritti, bensì vista come condizione umana da riconoscere e proteggere.

L'impegno di Felicita

Lettera alle RSA per richiesta incontri. Lettera alle Rsa fatta da nostri avvocati per invitare le strutture a favorire gli incontri tra familiari e parenti durante il secondo lockdown

Libro bianco (1 ottobre 2020). “Anziani senza famiglia”, un Libro bianco sulla normalità negata nelle Rsa, è stato realizzato grazie alle tante testimonianze dei familiari di ospiti residenti nelle 69 Rsa associate a Felicita, distribuite sul territorio nazionale, o dei comitati locali di parenti che fanno riferimento all’associazione. La fotografia emersa appare nitida e molto compatta, ma soprattutto drammatica. Un momento molto importante per la battaglia di Felicita. Appena uscito, l’abbiamo consegnato personalmente a Monsignor Paglia.

Appello nazionale agli associati per inviare informazioni/testimonianze su colloqui con i parenti. L’isolamento degli anziani nelle Rsa per evitare il rischio del contagio è una scelta dannosa e inutile. Il risultato è un danno certo per evitare quello che sembra un rischio ancora poco controllato. Abbiamo lanciato un appello per raccogliere le testimonianze da tutta Italia dei familiari con parenti nelle Rsa per un Libro Bianco da presentare alle istituzioni

Chi desidera conoscere tutte le altre attività o sostenere Felicita può farlo qui.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rsa e Covid, ripensare il modello di assistenza socio-sanitaria

QuiComo è in caricamento