Anche il Ticino chiude tutti i negozi. Ecco fino a quando

Limitati anche gli accessi agli uffici pubblici e ai luoghi di culto

Aggiornamento 17 marzo
Il Consiglio di Stato Ticinese annuncia che queste manovre, compresa la chiusura di tutte le attività commerciali non indispensabili, si protrarrà almeno fino al 19 aprile, più di un mese da ora, sintomo che la situazione è percepita come grave dalle autorità cantonali.

Annunciate nuove misure restrittive in vigore dalla mezzanotte del 14 marzo 2020. In una conferenza stampa il Consiglio di Stato ha reso noti i dettagli delle nuove restrizioni a cui anche i cittadini Ticinesi dovranno sottostare per cercare di argionare il cointagio da cornavirus. Le restrizioni in Ticino non sono ancora rigide come quelle in Italia, ma è indubbio che anche gli svizzeri si stanno avviando, sia pure con ritardo, sulla medesima strada dell'Italia, quella, cioè di bloccare pesantemente le attività commerciali e le imprese che non possono essere svolte senza garantire le misure di tutela e di distanza sociale.
Da mezzanotte, per esempio, saranno chiusi tutti i negozi di vendita al dettaglio, compresi ristoranti e bar. Possono coninuare a lavorare le attività che garantiscono le consegen a domicilio e le farmacie. Il limite di persone che possono riunirsi per manifestazioni è stato portato da 50 a 30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Ruffini, presidente di Moncler a Fontana: "Ridateci i milioni donati per la Fiera"

  • Ecco cosa cambia se Como entra in zona arancione

  • Mascherine: i 5 errori da non commettere per evitare il contagio

  • Il Lago di Como, da paradiso dei vip a caso mondiale di covid: un danno incalcolabile

  • Piccole imprese che resistono, la storia di Alessandra :"I miei clienti, la mia forza mi dicevano: non mollare"

  • Deserto Malpensa: le surreali immagini di un viaggio da Como ad Addis Abeba

Torna su
QuiComo è in caricamento