Cosa non si può più fare a Como dal 4 novembre: le nuove regole di polizia locale

Per esempio è vietato fumare nei parchi e tenere le porte dei negozi aperte se l'aria condizinata è in funzione

Entra in vigore dal 4 novembre 2019 il nuovo regolamento di polizia locale di Como che prevede alcune importanti regole a cui bisogna attenersi. Si tratta per lo più di divieti. Certi comportamenti, come l'accattonaggio molesto, saranno vietati e i vigili potranno disporre l'allontanamento per 48 ore della persona che non rispetta le regole. In caso di recidiva il questore potrà disporre l'allontanamento dalla città fino a 12 mesi.

Parchi, giardini e animali

Guai a fumare nei parchi. Finalmente il Comune vieta il fumo nei parchi e giaridini, anche se all'aperto, nel caso ci siano giochi dedicati ai bambini. Nei parcogiochi è inoltre vietato introdurre bottiglie di vetro e bere bevande alcoliche.
Chi ha un cane dovrà essere sempre munito di museruola da utilizzare in caso di bisogno e di tutto il necessario per raccogliere le deiezioni dell'animale.

Accattonaggio e volantinaggio

E' vietato chiedere elemosina con insistenza, soprattutto in prossimità di semafori, parcheggi, mercati, fiere. I vigili, in caso di particolare disagio arrecato dal mendicante molesto alle persone, possono disporre l'allontanamento del questuante per 48 ore. Nel caso ciò non basti a fare desistere il questuante può intervenire il questore disponendo l'allontanamento per un periodo fino a 12 mesi.
E' vietato anche lasciare volantini sulle auto parcheggiate o nelle cassette delle lettere dove sia espressamente apposto il divieto di lasciare volantini pubblicitari.

Negozi ed edifici pubblici

In assenza di dispositivi per l’isolamento termico, quando sono accesi gli impianti di climatizzazione (invernale ed estiva) le porte di ingresso agli esercizi commerciali e agli edifici con accesso al pubblico devono rimanere chiuse.

Decoro edifici privati

Importante è l'obbligo di mantenere in stato decoroso edifici e terreni privati sul territorio comunale, e di impedire intrusioni e occupazioni abusive. In vigore anche l’obbligo di mantenere in sicurezza le piante su terreno privato che interferiscono o possano interferire con la viabilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lomazzo, non esce dalla camera d'albergo: ragazza di 20 anni trovata in fin di vita

  • Colverde, vinti 300mila euro con un gratta e vinci

  • Scomparso da casa, ritrovato in fin di vita in un bosco a Villa Guardia

  • Città dei Balocchi: come raggiungere il centro di Como senza restare imprigionati dal traffico di Natale

  • Traffico impazzito a Como: è il corteo di Friday for Future

  • Precipita in montagna per 50 metri: morto un uomo di Lurago Marinone

Torna su
QuiComo è in caricamento