rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Attualità Como Borghi / Via Napoleona

Via Napoleona pericolosa, Rapinese: "Voglio l'autovelox fisso"

Verifiche con la Prefettura per rallentare la velocità delle auto

Una delle vie più trafficate della città torna a far parlare di sè non per un incidente, per fortuna, ma per provare ad evitarne altri. "Voglio un autovelox fisso in via Napoleona". Il curvone in discesa che conduce a Como è troppo pericoloso e il sindaco Alessandro Rapinese sta cercando un rimedio per ridurre la velocità degli autoveicoli. Una strada in questo caso in salita perché ci vorrà comunque del tempo per avviare le necessarie procedure 

Il sindaco, titolare delle deleghe alla Sicurezza e alla Polizia locale, come lui stesso ha ammesso durante l'intervista settimanale a Epansione TV, è cosciente che il percorso non sia semplice, anche se i primi passi per installare un presidio fisso sono già stati fatti, ad iniziare dalla Prefettura che dovrà esprimere un suo parere in merito. Come è noto, la polizia urbana ha già utilizzato a più riprese i telelaser mobili, tuttavia l'intenzione è quella di installare un presidio fisso, come succede ad esempio a Milano sul cavalcavia della Ghisolfa, dove gli effetti sono certamente efficaci: sapendolo, tutti i veicoli procedono a velocità ridotta.

Non c'è dubbio che l'arteria sia particolarmente rischiosa e che il limite, 50km all'ora, sia spesso abbondantemente superato. Oltretutto in via Napoleona, tra mezzi in entrata e in uscita da Como, circolano circa 30mila veicoli al giorno. E allora, va da sé, che l'unico rimedio efficace per ottenere una svolta possa essere solo quello auspicato dal sindaco.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Napoleona pericolosa, Rapinese: "Voglio l'autovelox fisso"

QuiComo è in caricamento