rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Attualità

La protezione civile di Como in Emilia Romagna per aiutare la popolazione dopo l'alluvione

Andranno a operare in zone senza elettricità, acqua corrente e copertura telefonica

All'alba di questa mattina è partita la colonna mobile di protezione civile della Provincia di Como in soccorso alle popolazioni colpite dal maltempo dell'Emilia Romagna. Nel dettaglio il contingente, pianificato con Regione Lombardia e partito dal CPE di Erba, é composta da un autocarro con cassone scarrabile, tre pickup di cui due allestiti con moduli AIB per lavaggio strade, una autobotte con capienza 4000 litri, oltre che cinque idrovore di cui due galleggianti e una carrellata da 3.500 l/m, gruppi elettrogeni, torre faro e apparecchi per radiocomunicazioni. Le zone dei comuni di Bagnacavallo (RA) e S.Agata sul Santerno (RA), destinazione del soccorso, presentano ampie porzioni di territorio senza elettricità, acqua corrente e copertura telefonica.

Image-3

I volontari saranno alloggiati all'interno di palestre comunali e la missione prevedere ricambi periodici di personale ogni 4 giorni. Nell'area interessata, Regione Lombardia, ha impostato anche le colonne mobili, tra le altre, delle province di Sondrio, Lecco e Varese. I mezzi e le attrezzature disposte sono state concertate con le Province interessate per efficientare l'intero dispositivo di intervento. Le operazioni sul posto saranno coordinate da un funzionario di Regione Lombardia e un funzionario a turno tra le Provincie di Como, Lecco e Sondrio. In comune di S. Agata sul Santerno già durante la settimana scorsa un gruppo di volontari di aerosoccorso Como della provincia di Como è stato impegnato per il recupero e trasporto persone. 

“Il Presidente della provincia di Como, Fiorenzo Bongiasca, segue con costante aggiornamento l'evolversi della situazione in campo e l'intervento del dispositivo di soccorso - spiega il responsabile del servizio protezione civile provincia di Como Giuseppe Bernasconi - La Provincia ringrazia vivamente le organizzazioni di volontariato coinvolte, il CCV e i famigliari degli operatori inviati nelle zone di intervento per il necessario supporto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protezione civile di Como in Emilia Romagna per aiutare la popolazione dopo l'alluvione

QuiComo è in caricamento