rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Attualità

La prima bimba ucraina rifugiata in Italia è nata in Lombardia

L'annuncio del governatore Fontana: "Benvenuta Nikole, qui sei al sicuro"

Il lieto annuncio con un post del governatore Attilio Fontana sulla sua pagina Facebook, che ha voluto così salutare la prima nascita di una bimba ucraina rifugiata in Italia: "Benvenuta Nikole.All’ospedale di Rho è nata la prima bimba rifugiata ucraina in Italia. La mamma ha fatto il viaggio al nono mese di gravidanza, dalla sua città alla Lombardia, dove già vive la nonna. Le ho mandato dei fiori da parte di tutti i lombardi".

"La giovane donna - ha spiegato Fontana - vive con il compagno e la figlia di 8 anni, a Ternopil. Fino a qualche settimana fa una vita come tante.Poi il 24 febbraio inizia la guerra, il compagno viene richiamato alle armi e decide subito di far partire moglie e figlia verso il confine della vicina Polonia, per poi cercare di raggiungere la nonna in Italia".

"Ci vogliono tre giorni - ha aggiunto il governatore - per superare il confine con la Polonia, in un viaggio che normalmente richiederebbe poche ore. Superato il confine riesce ad arrivare in Italia e a congiungersi con la madre. Il 28 febbraio la donna viene ricoverata in travaglio presso l’ospedale di Rho e poco dopo la mezzanotte nasce una bellissima bambina di 3000 gr, il papà le ha viste in videochiamata. Spero che tutta la famiglia si possa presto riunire, a casa, in pace. Nel frattempo, qui loro sono al sicuro". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La prima bimba ucraina rifugiata in Italia è nata in Lombardia

QuiComo è in caricamento